Tutto (ma proprio tutto) sulla masturbazione femminile: tecniche, benefici e consigli

Sicura di saperti masturbare nel modo giusto? Ecco tutto quello che devi sapere sulla masturbazione femminile.

La masturbazione femminile (come anche quella maschile) non ha regole ben precise da seguire. A volte, però, darsi piacere da sole non è così soddisfacente… come mai?

Perché commettiamo degli errori, spesso banali, che compromettono l’eccitazione. Vediamo quali sono e impariamo ad evitarli, e scopriamo anche tutti i benefici e i consigli per praticare al meglio l’autoerotismo!

Masturbazione: farla nel modo giusto

Anche se non esistono delle regole da seguire per raggiungere l’orgasmo femminile, nella masturbazione è possibile affidarsi ad una serie di consigli per rendere tutto più eccitante.

Come prima cosa, è necessario scegliere il momento giusto della giornata, quello in cui si ha abbastanza tempo da dedicare al piacere. È necessario poi bagnarsi le dita, così da non provare fastidio e dolore.A questo punto, si può scegliere tra diverse tecniche. Vediamone alcune!

AMORE LETTO MASTURBAZIONE
AMORE LETTO MASTURBAZIONE

Masturbazione classica – Non sempre masturbarsi implica una forma di penetrazione. È possibile raggiungere l’orgasmo anche solo accarezzando e sfregando con le dita il clitoride. È proprio questo il modo più rapido e semplice per arrivare al culmine del piacere, e con cui chissà, magari riuscirete anche a raggiungere il tanto famigerato super orgasmo!

Penetrazione con le dita – Naturalmente, possono essere usate le dita anche per penetrare la vagina. In questo modo, si aggiunge un dettaglio più eccitante all’autoerotismo.

Senza dita – E’ possibile inoltre arrivare all’orgasmo senza stimolare la vagina con le dita. Basta mettersi a pancia in giù e sfregare il monte di Venere contro una superficie adatta, stando bene attente a muovere ritmicamente il bacino.

Penetrazione artificiale – Quelle che invece vogliono che la masturbazione sia il più possibile simile ad un rapporto sessuale possono utilizzare dei peni artificiali o dei sex toys. Molti vibrano e durante la penetrazione stimolano anche il clitoride, garantendo dunque un orgasmo molto intenso.

Masturbazione femminile: errori da evitare

1. Sei troppo insistente. Non pensare che l’obiettivo unico della masturbazione sia raggiungere un orgasmo intensissimo, concentrati sul viaggio. Esplora il tuo corpo, impara a conoscere cosa ti piace, senza essere ossessionata dall’orgasmo.

2. Ti masturbi prima di dormire. Se provi a masturbarti quando stai morendo di sonno, sicuramente non riuscirai a raggiungere l’orgasmo, per la troppa stanchezza. Se la sera è l’unico momento della giornata disponibile, prova ad eccitarti in qualche modo, ad esempio leggendo letteratura erotica o guardando un porno.

3. Non fai gli esercizi di Kegel. Allenare i muscoli del pavimento pelvico è fondamentale per avere orgasmi intensi. Sicuramente avrai sentito parlare degli esercizi di Kegel, vero? Bene, inizia a farli con costanza, bastano pochi minuti al giorno e puoi farli anche stando seduta alla scrivania. Non hai scuse!

masturbazione femminile
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/ragazza-erotica-nudo-seno-2034836/

4. Ti senti in colpa. Se per te la masturbazione è ancora un tabù, qualcosa da nascondere e di cui vergognarti, non potrai mai esserne soddisfatta. Non sentirti in colpa e lasciati andare!

5. Lo fai solo insieme a lui. Se hai sempre raggiunto l’orgasmo insieme al tuo partner, è probabile che pensi di non potercela fare da sola. Forse ti senti anche in colpa a darti piacere da sola, ma non ce n’è motivo: devi imparare ad amare te stessa! Inoltre, ricorda che l’orgasmo non dipende dall’uomo, che non ha nessun potere magico, ma prima di tutto è dovuto al tuo stato mentale. Pensa solo a te stessa e a quello che ti eccita.

La masturbazione fa bene alla salute?

Se vi state chiedendo se l’autoerotismo porti benefici al vostro corpo, la risposta è sì! Anche la sola stimolazione del clitoride è un vero e proprio toccasana per il nostro benessere psichico, una sorta di scaccia ansia e stress, che può persino far passare mal di testa, tensione e nausea.

Masturbarsi è una pratica che coinvolge tutto il corpo, dagli ormoni ai recettori, passando per il cervello e che ci fa stare bene. Per di più, masturbandosi si produce l’ossitocina, il cosiddetto ormone dell’amore, con una bella dose di endorfina e adrenalina. Insomma, buon umore assicurato!

AMORE LETTO MASTURBAZIONE
AMORE LETTO MASTURBAZIONE

Oltre a rilassare, poi, ci sono degli altri vantaggi che si possono trarre dall’autoerotismo. Aiuta a dormire meglio, fa abbassare la pressione, allevia i dolori mestruali e alla schiena ed è in grado di scaricare la tensione sessuale.

Infine masturbarsi ci aiuta ad entrare a contatto con il nostro corpo e ad essere a nostro agio con noi stessi. Gli effetti, infatti, si riproducono anche sulla nostra vita sessuale, facendoci scoprire come avere orgasmi migliori e potendo istruire il nostro partner, ma anche donandoci più sicurezza!

I miti da sfatare sull’autoerotismo femminile

1. Il clitoride perde sensibilità. Assolutamente sbagliato, anzi! La masturbazione permette di conoscere meglio il proprio corpo ed esplorare nei migliori dei modi anche il clitoride che ci regala orgasmi da sogno!

2. Crea dipendenza. Una dipendenza dai sex toys può nascere con la masturbazione femminile? No! La masturbazione non crea dipendenza, solo piacere fisico e mentale, di conseguenza questo piacere ci porta all’utilizzo più frequente di vibratori, ma ciò non significa esserne dipendenti.

3. Uccide la libido. In realtà succede esattamente l’opposto. La masturbazione permette di conoscere al meglio il proprio corpo e rende i rapporti sessuali ancora più intensi e passionali!

4. Nuoce alla fertilità. In passato si credeva che la masturbazione potesse rendere sterili, ma è stato provato che questa affermazione sia completamente sbagliata. L’autoerotismo non è il motivo per il quale si potrebbe diventare sterili! Quindi, possiamo praticarla tranquillamente con le giuste attenzioni.

5. Crea infezioni. Le infezioni possono nascere per motivi non igienici, quindi non è assolutamente vero che la masturbazione in sé permette di contrarre infezioni. I rischi nascono dal momento in cui le mani, ad esempio, non vengono lavate prima di toccare le proprie parti intime o se il sex toy viene poggiato su una superficie non proprio pulita.

6. La cosa più sbagliata, infine, è pensare che la masturbazione sia… sbagliata! C’è chi ancora la ritiene un tabù, una cosa di cui vergognarsi e che porta con sé sensi di colpa. Beh, se c’è una cosa davvero sbagliata è pensarla così.

ultimo aggiornamento: 04-03-2019

X