Maria de Filippi e Marco Carta: la telefonata inaspettata

Maria De Filippi si scusa con Marco Carta in diretta all’Isola dei Famosi 2016 per la poca attenzione dimostratagli nell’ultimo periodo

chiudi

Caricamento Player...

Ti devo chiedere scusa, ma sai che ero in un periodo delicato” queste sono le parole di Maria de Filippi rivolte a Marco Carta; la conduttrice intervenne già l’anno scorso con Valerio Scanu. Quest’anno il suo intervento telefonico all’Isola dei Famosi 2016 è stato a sorpresa: voleva scusarsi con il cantante uscito da Amici per la poca attenzione dimostratagli in questi mesi. “Sei tutto magro! Ti devo chiedere scusa perché in questi mesi sono stata meno presente però mi ricordo e ti ho visto e mi ha fatto veramente molto piacere quando mi hai mandato il video del compleanno. Capitava proprio nel periodo più delicato e mi ha veramente fatto piacere riceverlo.”

Parla di un momento delicato la conduttrice, ma non specifica

La De Filippi non ha parlato apertamente specificando il motivo del suo periodo delicato ma è facile collegare le sue parole a quanto accaduto nella sua vita qualche mese fa. Maria De Filippi ha parlato pochissimo dell’argomento, ma la notizia è trapelata comunque: è venuta a mancare la madre.

Durante la conferenza stampa di Amici non ha nascosto di aver vissuto uno dei momenti più difficili della sua vita: “Quest’anno per me è stato un anno un po’ difficile personalmente. E’ stato un po’ delicato e quindi l’idea è scemata per colpa mia perché non ho avuto tempo di lavorarci.

Parlo proprio di motivi familiari personali. Non c’entra Maurizio, è mia mamma. Ho avuto un lutto dopo una malattia importante e quindi non ho avuto modo di portare avanti questa idea perché il tempo che non stavo in televisione stavo a casa. Comunque il progetto con Renato Zero è ancora in piedi.”

Intervistata dal settimanale Chi l’anno scorso Maria aveva già parlato della malattia della madre descrivendola come un inferno: “Oggi a mia madre interessano poche cose ed è come se fosse tornata bambina. Io vedo che si è stancata, che vuol staccare la spina in modo sereno. Lei mi parla, mi riconosce. Parliamo del passato, dei ricordi e lo fa con estrema serenità (…)

Per me è l’inferno. Dovrei cambiare l’ingranaggio della mia testa. Impossibile.”