Mara Venier: il comunicato degli ispettori di produzione contro di lei

Bufera su Mara Venier: “Insulti e minacce” a un ispettore di produzione

Un comunicato degli ispettori di Produzione CPTV ROMA ha scatenato una bufera su Mara Venier che starebbe ricorrendo alle vie legali.

Un comunicato diffuso dall’ispettore di produzione Nando Clemenzi via social (e ricondiviso anche dal consigliere dell’amministrazione Rai Riccardo Laganà) denuncia quelli che sarebbero stati dei comportamenti ingiusti e scorretti attuati da Mara Venier e da altri – non menzionati – conduttori e conduttrici televisivi verso un collega di Domenica In.

“La misura è colma. L’aggressione verbale – offese personali, insulti irriferibili e minacce – immotivata e demenziale perpetrata nei confronti di un nostro collega nello svolgimento delle sue normali funzioni professionali, durante la trasmissione Domenica In, posta in atto dalla conduttrice del programma (Mara Venier ndr), è solo l’ultimo episodio increscioso di una lunga sequenza che impatta negativamente sull’intera categoria degli ispettori di produzione”, si legge nella missiva. Stando alle prime indiscrezioni sembra che Mara Venier abbia deciso di tutelarsi per mezzo dei suoi avvocati e per il momento i vertici Rai non si sono espressi sulla vicenda.

Riceviamo e pubblichiamo

Pubblicato da Nando Clemenzi su Giovedì 20 febbraio 2020

Mara Venier sotto accusa: il comunicato degli ispettori di produzione

Cosa succede negli studi di Domenica In, all’oscuro dai telespettatori? Stando a un comunicato diffuso dagli ispettori di produzione Mara Venier – così come altri volti TV – avrebbero perpetrato un comportamento increscioso (con tanto di insulti e aggressioni verbali) verso un non meglio specificato collega di Domenica In.

Quanto successo – si legge nel comunicato – avrebbe avuto delle ripercussioni anche su altre delle figure professionali che lavorano all’interno dello studio televisivo e pertanto gli ispettori di produzione hanno chiesto che si utilizzi al più presto un’altra linea di comportamento:

“Le regole civili dei rapporti interpersonali, il codice etico aziendale e le norme disciplinari vigenti in uno studio televisivo sono costantemente violate, non intendiamo sopportare altro e ancora”, si legge nel comunicato.

La conduttrice agirà per vie legali?

Stando a quanto riporta Il Fatto Quotidiano la conduttrice avrebbe rinnegato le accuse e avrebbe fatto sapere di essere intenzionata a tutelarsi in sede legale. Nessun dettaglio certo su quali sarebbero stati i comportamenti ingiusti perpretati dalla conduttrice contro il collega né quale sia l’identità degli altri conduttori tirati in ballo insieme a lei all’interno del comunicato. Al momento non sono giunti neanche commenti ufficiali da Viale Mazzini a proposito della vicenda, ma è fuor di dubbio che sui social la lettera stia circolando di bocca in bocca scatenando un putiferio.

ultimo aggiornamento: 21-02-2020

X