Manuela Arcuri: “Alla gioia dell’allattamento non avrei mai rinunciato”

Manuela Arcuri non avrebbe mai rinunciato per motivi estetici ad allattare il suo Mattia, che sarà battezzato da un padrino d’eccezione: Gabriel Garko.

chiudi

Caricamento Player...

Nessuna dieta durante l’allattamento. Né cure particolari per il seno, uno dei pezzi forti della casa. Manuela Arcuri non transige. Il piccolo Mattia viene prima di tutto. Anche dell’estetica, del lavoro, degli impegni. “Alla gioia dell’allattamento non avrei mai rinunciato”, spiega l’attrice 37enne al periodico Gente.

“Non capisco chi rifiuta di farlo per paura di rovinarsi il seno. Il latte materno è prezioso per i piccoli, dà loro anticorpi e difese immunitarie che nessun altro latte possiede. Chi ha la fortuna di averne e non lo mette a disposizione dei figli per non rovinare l’estetica del corpo è davvero egoista”.

Nato lo scorso maggio, Mattia è la gioia di mamma Manuela Arcuri e dell’imprenditore Giovanni Di Gianfrancesco, fidanzato con l’attrice dal 2010.

“Mattia è tranquillo, forse perché in casa respira amore e tenerezza, sente che io e Giovanni siamo sereni”.

Tanto che già si progetta l’arrivo di un fratellino o di una sorellina:

“Amo le famiglie numerose, ho due fratelli che adoro. Giovanni è un papà tenero e un compagno affettuoso, mi piacerebbe avere un altro figlio, magari una bambina”.

Intanto a settembre Mattia sarà battezzato e il padrino sarà un personaggio noto:

“Se non avrà impegni sul set sarà Gabriel Garko”, rivela Manuela Arcuri che pensa pure al matrimonio: ”Vorrei una cerimonia religiosa, tradizionale, abito bianco, velo e strascico, in stile Beautiful, a primavera, sulla spiaggia, a piedi nudi. Per i matrimoni civili è possibile. Per i religiosi invece, quasi quasi scrivo a Papa Francesco”.

Guarda cosa accadde oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”23461″]