Cosa vedere nella capitale delle favole

Se avete deciso di fare un viaggio in una città non convenzionale e diversa dalle solite mete, la città di Lussemburgo offre panorami stupendi, scenari e architetture medievali, il tutto racchiuso in una città dall’anima internazionale.

L’ultimo ducato esistente al mondo, ha una storia fiera e tumultuosa data dalle successioni dinastiche e dalla sua posizione strategica; la sua cultura è profondamente legata a quella tedesca, ne sia una prova il fatto che le lingue qui parlate sono tedesco, francese e lussemburghese, un dialetto di origine tedesca.

Cosa vedere nella città di Lussemburgo

Prima cosa da vedere è il panorama che vi si offre in un continuo scambio tra natura e mano  dell’uomo, tra modernità e antico. Vallate e altipiani rocciosi che ospitano le coltivazioni della vite si insinuano tra i castelli e le costruzioni medievali, mentre in lontananza le luci della città con i suoi grattacieli , costruiti anche per il ruolo della città nell’Unione Europea, svettano su tutto.

La capitale delle favole, come a volte viene definita, ha quattro poli di attrazione:

  • Ville Haute , la città alta legata alla sua storia antica, in cui è possibile vedere le Casematte del Bock segnalate dall’UNESCO, e per questo imperdibili
  • Ville Basse, la città bassa che dalla gola mostra una zona della città più caratteristica e pittoresca con il Ground, che si caratterizza per l’intensa vita notturna, il cammino di Venceslao che porta sino al palazzo Granducale e la cattedrale di Notre Dame
  • Nelle Gare, stazioni, sono situati ristoranti e cafè
  • Kirchberg: la zona moderna con i palazzi dell’Unione Europea e i grandi atelier della moda Cartier e Vuitton, tra i più noti.

Moltissimi musei sono sorti negli anni in memoria degli eventi storici e per le bellezze artistiche e architettoniche di una città divisa con una grande armonia tra moderno e antico, da non lasciar scappare.

 

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 13-06-2016


Piatti e ricette con il farro

Svantaggi del farro