Lifting micro chirurgico

Il lifting micro chirurgico promette grandi risultati a chi vi si sottopone.

Le vie della chirurgia estetica sono infinite: e se un tempo il rassodamento di cosce e glutei tramite lifting tradizionale poteva lasciare cicatrici lunghe e visibili, ora grazie al lifting micro chirurgico si può eliminare l’eccesso cutaneo gradualmente, in maniera millimetrica e senza lasciare segni evidenti sulla pelle.

La bellezza delle gambe è data molto dalla loro compattezza e tonicità, che spesso viene meno anche in giovane età nella zona dell’interno coscia: il rilassamento cutaneo può avvenire in caso di perdite di peso importanti, invecchiamento, scarsa attività fisica o interruzione prolungata della stessa, e in casi limite la ptosi, così viene definito in ambiente medico questo processo, diventa più che un inestetismo un problema vero e proprio a cui si deve rimediare chirurgicamente.

Il Dottor Alberto Pallaoro, specialista in medicina e chirurgia estetica, ha messo a punto una tecnica del tutto nuova, il lifting micro chirurgico, che permette di far scomparire i tessuti adiposi in eccesso senza lasciare segni grazie a un drill micro chirurgico ad alta velocità chiamato Trilix che va ad eliminare micro porzioni di tessuto dello spessore di un millimetro e consente in due sedute di ridurre l’eccesso cutaneo e di rassodare la zona interessata.

La durata dell’intervento è di circa mezz’ora, e viene effettuato un rassodamento parziale che andrà concluso con una seduta successiva, 15 – 20 giorni dopo: niente punti di sutura e nessun segno epidermico a guarigione avvenuta, solo un cerotto chirurgico da tenere per circa 10 giorni.

Questo tipo di lifting però non è indicato a chi ha cosce particolarmente rilassate, per le quali è bene ricorrere alla chirurgia estetica classica.

ultimo aggiornamento: 11-11-2015

Guide Donna Glamour

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X