Le detrazioni fiscali per il rinnovo della casa

Le agevolazioni previste dalla legge per chi ristruttura la casa

chiudi

Caricamento Player...

Le detrazioni fiscali per il rinnovo della casa hanno subito delle variazioni negli ultimi anni. Oggi ammontano al 50% delle spese totali.

Il bonus ristrutturazione

Si intende per bonus ristrutturazione la detrazione fiscale del 50% sulle spese pagate per lavori di ristrutturazione di un immobile. Il bonus in questione dal 2016 in poi verrà anticipato dalla banca, in modo che solo la metà delle spese totali siano a carico del cittadino che intenda procedere alla ristrutturazione.
Le legislazioni precedenti prevedevano che nel corso dei 10 anni successivi alla ristrutturazione fossero detratte dall’IRPEF l’ammontare del bonus ristrutturazione: in pratica, chi intendeva ristrutturare una casa era tenuto a farsi carico della totalità delle spese e recuperarne la metà nei dieci anni successivi.

Le detrazioni fiscali per il rinnovo della casa: quando possono essere ottenute?

Può usufruire del bonus ristrutturazioni chiunque intenda eseguire lavori per il recupero, risanamento o rinnovamento del patrimonio edilizio proprio o di terzi. L’importo massimo del bonus ammonta a novantaseimila euro.
Chi intende eseguire i lavori deve essere proprietario, inquilino, usufruttuario, comodatario dell’immobile da ristrutturare oppure, in seconda istanza, il bonus può essere concesso a un familiare o convivente del proprietario, inquilino, usufruttuario o comodatario dell’immobile, a patto che gli siano intestate le fatture.
Tra  gli interventi per cui è possibile richiedere e ottenere il bonus ristrutturazione ci sono: manutenzione ordinaria delle parti comuni di un edificio, manutenzione straordinaria sulle parti comuni di un edificio o nei singoli appartamenti, restauro e risanamento di parti comuni di un immobile o su singole abitazioni, interventi finalizzati a prevenire atti illeciti da parte di terzi, interventi finalizzati a permettere l’accessibilità dell’immobile da parte di portatori di handicap.
Tutti i dettagli sono esaurientemente esposti nel documento dell’agenzia delle entrate sulle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.