Scopriamo i benefici delle lampade di sale, le controindicazioni e i possibili effetti collaterali associati al loro utilizzo.

Le domande che vertono attorno alle lampade di sale riguardano le controindicazioni, i benefici e gli effetti collaterali di questi oggetti decorativi. Premesso che non ci sono basi scientifiche sul loro utilizzo, vediamo su cosa si basano le loro proprietà e si ci sono effetti collaterali associati al loro impiego.

Lampada di sale: proprietà

Le lampade di sale sono dei veri e propri blocchi di sale, spesso di provenienza himalayana, trasformati in lampade alimentate a corrente. Una volta in funzione la lampadina al loro interno ha il compito di riscaldare il sale. Il blocco così riscaldato sarebbe, quindi, in grado di produrre un effetto benefico attraverso la purificazione dell’aria.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Lampada di sale
Lampada di sale

Inoltre secondo i fondamenti della cromoterapia anche il colore stesso della lampada gioca un ruolo importante sui suoi benefici. Il colore arancione di queste lampade avrebbe, infatti, un effetto rilassante esaltato anche dalla luce soffusa che emana. Tra i principali benefici c’è quindi quello di tenere alla larga la tristezza ed alleviare lo stress. In ogni caso, le lampade di sale sono spesso scelte anche dai più scettici, come complemento d’arredo davvero caratteristico e suggestivo. Non è insolito, infatti, trovarle nei centri benessere e nelle SPA allo scopo di ricreare un’atmosfera rilassante con la loro luce soffusa.

Lampade di sale: controindicazioni

Sull’utilizzo delle lampade di sale non ci sono particolari controindicazioni, le uniche accortezze riguardano il posizionamento delle lampade stesse. Le lampade tendono, infatti, ad assorbire l’umidità circostante per cui quando ci sono particolari sbalzi di temperatura la lampada potrebbe iniziare a perdere acqua.

Per mantenerla asciutta ed ovviare a questo problema, basterà semplicemente tenerla accesa più a lungo in modo che l’acqua evapori. Tenendo conto di ciò una buona prevenzione per non rovinare i mobili è non appoggiarle direttamente sulla superficie. È importante anche precisare che sebbene le lampade siano in grado di assorbire in una certa misura l’umidità, non si tratta di veri e propri deumidificatori. Se avete problemi di umidità in casa, quindi, vi conviene optare per una soluzione più appropriata per riuscire a risolvere.


Trecce capelli corti: consigli per avere una chioma glam

Come fare le meches bionde sui capelli castani