La moglie di Tom Hanks come la Jolie:”Ho fatto la doppia mastectomia perchè ho il cancro”

La moglie di Tom Hanks, l’attrice Rita Wilson, combatte la stessa battaglia di Angelina Jolie e ricorre alla doppia mastectomia

chiudi

Caricamento Player...

Non è una decisione facile da prendere, ma a volte è l’unica sicura, così anche la moglie di Tom Hanks, alla quale è stato diagnosticato il cancro ha deciso di fare la doppia mastectomia.

Leggi anche: Angelina Jolie: scelta drastica per paura del cancro

L’attrice Rita Wilson, moglie di Tom Hanks ha deciso di comunicare su People la sua scelta di sottoporsi alla doppia mastectomia dopo aver scoperto di avere un carcinoma lobulare infiltrante.

Tom Hanks e Rita Wilson fonte Vanity Fair
Tom Hanks e Rita Wilson fonte Vanity Fair

“Ho preso una pausa dallo spettacolo “Fish in the Dark” per occuparmi di un problema di salute. La scorsa settimana, con mio marito Tom Hanks al mio fianco, e con l’amore e il sostegno della mia famiglia e degli amici, mi sono sottoposta ad una mastectomia bilaterale per via di un cancro al seno, dopo che mi è stato diagnosticato un carcinoma lobulare infiltrante. Mi sto riprendendo e soprattutto, mi aspetto una guarigione completa. Perché? Perché è stato diagnosticato in una fase iniziale,perché ho dei dottori eccellenti e perché ho chiesto un secondo parere. Ho avuto un carcinoma lobulare in situ in condizioni latenti, che è stato monitorato attentamente attraverso delle annuali mammografie e risonanze magnetiche. Negli ultimi tempi, dopo essermi sottoposta a due biopsie al seno, è stato diagnosticato un carcinoma lobulare pleomorfo in situ (PLCIS). Lo menziono perché non si conosce ancora molto sul PLCIS ed è spesso diagnosticato insieme al carcinoma duttale in situ (DCIS). Mi sentivo sollevata quando l’esame patologico dimostrava che non c’era un cancro. Tuttavia, un’amica che ha avuto un cancro al seno mi ha consigliato di chiedere un secondo parere sulla mia patologia e nel mio intimo sapevo che era la cosa giusta da fare. Un altro medico mi ha diagnosticato un carcinoma lobulare infiltrante. Il cancro diagnosticato da lui, è stato poi confermato da un altro medico. Condivido questa mia esperienza per insegnare agli altri quanto sia essenziale per la salute, avere un secondo parere. Non avete niente da perdere se entrambe le opinioni sono concordi su una buona notizia e tutto da guadagnare se qualcosa che non era stato visto, viene diagnosticato. Una diagnosi tempestiva è la chiave. Mi sento fortunata ad avere un marito, una famiglia, degli amici e dei dottori che sono amorevoli e mi sostengono. Mi sento fortunata anche per essere la beneficiaria del progresso nel campo della cura del cancro al seno. Ogni giorno mi sento meglio e aspetto di ristabilirmi del tutto. Spero che ciò incoraggi gli altri a cercare un secondo parere e a fidarsi del loro istinto se qualcosa vi sembra non vada bene”.