La dieta del contadino: cos’è e come funziona

La dieta del contadino: una variante della dieta mediterranea ricca di cibo sano e di verdure fresche di stagione per il benessere interiore.

chiudi

Caricamento Player...

La dieta del contadino è una variante della dieta mediterranea, che è stata eletta come il miglior regime alimentare da seguire in caso di diabete. L’Associazione europea per lo studio del diabete (Easd) ha infatti ricosciuto questa dieta come una delle migliori in caso di problemi di diabete.In alcuni casi si è sentito parlare di questa dieta perché non contiene pasta anche se in alcune è ammessa. Ciò che la caratterizza è che gli alimenti raffinati come pasta o pane vanno consumati con moderazione. Bisogna, invece prediligere le varianti di grano integrale come faceva, appunto, chi lavorava nei campi.

La dieta del contadino: il regime alimentare da seguire in caso di problemi di diabete e per ridurre il livello di grassi e zuccheri nel sangue.

Generalmente a pranzo bisogna assumere la maggior parte delle proteine, mentre a cena i carboidrati accompagnati da tanta verdura mista. I legumi vanno consumati mediamente uno o due volte a settimana, in sostituzione della carne, e si possono accompagnare con verdura fresca o insalata.

Gli alimenti banditi sono la carne rossa, burro e formaggi stagionati, ma anche no ai dolci, alle patate, alla pizza e alle bevande zuccherate. Banditi gli insaccati e i formaggi. Anche la frutta va consumata con moderazione.

Gli alimenti ammessi sono invece, il tè verde, la mela e il caffè che sono ricchi di polifenoli, utili a controllare la glicemia. Ottimo anche il pesce azzurro. La pasta può essere consumata, ma in picole quantità e soprattutto meglio se integrale o di grano duro. Questa dieta è ricca di verdure ed è bene variare spesso ed è meglio consumarle crude. Per quanto riguarda le proteine di origine animale è meglio prediligere il pesce, il vitello, il pollo e il tacchino.