La carriera di Alessandro Cecchi Paone

Giornalista, conduttore televisivo, ma anche personaggio e volto noto del piccolo schermo: la straordinaria carriera di Alessandro Cecchi Paone

chiudi

Caricamento Player...

Alessandro Cecchi Paone è un volto noto del piccolo schermo italiano. Appassionato di storia, arte e cultura ha saputo nel corso della sua carriera sperimentare e reinventarsi arrivando persino a mettersi in gioco partecipando ad un reality televisivo. Scopriamo insieme la carriera di Alessandro Cecchi Paone…

I primi anni

Classe 1961, Alessandro Cecchi Paone è nato a Roma il 16 settembre. Dopo aver conseguito il diploma classico si è iscritto alla facoltà di Scienze Politiche. Laureatosi con il massimo dei voti, Alessandro nel 1985 si è trasferito a Milano dove ha cominciato la sua carriera universitaria insegnato marketing e comunicazione presso le più importanti università italiane: dalla Bocconi, Ca’ Foscari, Suor Orsola Benincasa, ecc. Nel 1977 comincia la sua carriera televisiva debuttando come conduttore di un telegiornale per ragazzi trasmesso su Raiuno. Alcuni anni dopo vince il concorso “volto nuovo” riuscendo così a conquistare la conduzione di alcuni programmi come “Unomattina”. Il suo percorso in Rai lo porta nel 1991 a ricoprire il ruolo di giornalista del TG2 delle ore 13.00. Nel 1996 decide di passare a Mediaset dove conduce diverse trasmissioni sia per Canale 5 che Rete 4 tra cui ricordiamo “La macchina del tempo” e “Appuntamento con la storia”.

La grande popolarità

Giornalista, conduttore televisivo, ma anche personaggio e volto noto del piccolo schermo: la straordinaria carriera di Alessandro Cecchi Paone. Parallelamente alla sua esperienza televisiva, Alessandro continua la sua carriera di giornalista collaborando con diverse testate (“Il giorno” e “Il giornale”). Nel 2005 è autore e conduttore del programma “Alessandro. Le grandi conquiste dell’economia” trasmesso su Mediolanum Channel per poi passare a Gay.tv dove conduce “Open Space”. Nel 2007, nonostante il suo astio verso i reality show, decide di mettersi in gioco partecipando a “L’Isola dei Famosi”. Un’esperienza durata solo cinque settimane visto che il giornalista decide di ritirarsi dal gioco. Nel 2008 ritorna in Rai per condurre “Scommettiamo che” e l’anno dopo rientra in Mediaset come inviato speciale di “Mistero”. Nel 2012 è nuovamente uno dei naufraghi della nona edizione de “L’isola dei Famosi” e conduce “A reti unificate” programma trasmesso su emittenti locali campane. Da aprile 2016 è tornato alla conduzione del TG4 edizione serale.

(fonte foto: Facebook)