Prime frecciatine tra concorrenti e giuria a Ballando con le stelle. La ballerina accusa la giuria di essere prevenuti verso il suo partner di ballo.

“Verso Federico avete un pregiudizio! 3 non è un voto, è un insulto”. Prime polemiche nella prima di Ballando con le stelle. Anastasia Kuzmina ha accusato i giudizi di avere un pregiudizio nei confronti di Federico e di criticarlo sempre e comunque, anche per aspetti che non c’entrano con l’esibizione e il ballo.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Voti troppo bassi, critiche troppo pungenti per il cha cha cha della coppia, tra le più social e tra quelle più chiacchierate della nuova stagione del programma. I giudici di Ballando, si sa, non hanno peli sulla lingua. Anche per fare spettacolo, diciamocelo: un programma non regge tanto a lungo se non fa abbastanza rumore, soprattutto su Rai Uno.

Lui, Federico Lauri, classe ’82 è noto con il nome d’arte Federico Fashion Style. Per intenderci, è il parrucchiere dei vip, che sulla sua figura ha costruito un personaggio ben preciso, fatto di eccentricità, di spettacolo, di stile, insomma. Lei, parecchio più giovane ma non meno nota nel suo campo, è una ormai affermata ballerina e conduttrice televisiva ucraina. Bella e brava.

La loro era stata presentata come una coppia esplosiva, tanto da far circolare qualche voce troppo ottimisitica su una probabile vittoria. Invece questa esplosione, almeno nel debutto, non c’è stata e la coppia è stata ampiamente criticata per il loro balo sulle note di Mi vendo di Renato Zero. C’è da lavorar sulla tecnica, sul ritmo, sul tempo.

Definitiva Selvaggia Lucarelli: “Da te mi aspettavo una cosa molto anticonvenzionale, invece mi sono annoiata”. Qualcuno ha urlato a Federico Style, con non molta sobrietà e poco buon senso, “Stravolgila tu la Lucarelli, visto che si annoa sempre”.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 16-10-2021


Grande debutto per Ballando con le stelle: via alle danze

Inizio old style per Ballando: Remigi, Fabrizi e Baudo