Kristina Ti presenta la sua splendida collezione Primavera Estate 2016

La moda internazionale della collezione Kristina Ti Primavera Estate 2016

chiudi

Caricamento Player...

“Contaminazione, internazionalità e integrazione, sono queste le parole chiave della collezione Kristina Ti Primavera Estate 2016. Fin dai primi passi ho cercato la chiave del successo mettendo in equilibrio opposti in apparente conflitto. Oggi sento il bisogno di spingermi oltre i confini, alla ricerca di un nuovo orizzonte creativo ed è proprio rimescolando culture, forme e colori che è nata una nuova bellezza frutto del coraggio di sperimentare mixato con la forza e il carattere del know how. Il risultato è una collezione assolutamente originale in cui tutti gli elementi danno forma a un unico output perfettamente integrati e coerenti tra loro”.

Non si tratta più di mischiare solo povero e ricco, bello e brutto, sportivo e elegante, bensì di ospitare nel guardaroba suggestioni, forme, fantasie e tecniche che arrivano ad altri paesi. Così il sud America, con le sue stampe vivaci si accosta a grafismi orientali e stampe delicate micro/macro a confronto.

Questi abiti si rivolgono non a una, ma a molte donne che hanno in comune un carattere determinato, solido. Persone che non hanno paura di confrontarsi e sono consapevoli del fatto che la crescita avviene attraverso la contaminazione. Disposte a osare e mettersi in discussione per raggiungere un nuovo valore, frutto della commistione tra esperienze e tradizioni diverse. In loro prevale sempre una visione positiva. Donne come Annie Leibovitz che con i suoi ritratti ha raccontato infinite storie. Uno dei suoi più celebri scatti è l’abbraccio tra John Lennon e Yoko Ono simbolo dell’unione di mondi, culture e arti diverse.

Nella collezione Kristina Ti Primavera Estate 2016 troviamo i pantaloni asciutti a vita alta in tessuto goffrato tecnico si accostano a top tricottati che ricordano le reti luminescenti dei pescatori. Lungo e corto si alternano negli abiti che richiamano i delicati dettagli delle sottovesti, ma declinati su fantasie sud americane con pesci stilizzati, replicati anche sul neoprene.