Jennifer Aniston: “Nessuna gravidanza, sono ingrassata per il mio nuovo film”

Non è andata in palestra per due mesi ed ha abbandonato ogni tipo di dieta: Jennifer Aniston racconta la sua metamorfosi dovuta ad esigenze di copione.

chiudi

Caricamento Player...

Nessuna gravidanza in vista per la bella Jennifer Aniston che, a 45 enne ha raccontato come è riuscita ad entrare nella difficile parte di Claire Simmons per il film “Cake”.

Jennifer Aniston è stata impegnata sul set di uno dei film più impegnativi della sua carriera, “Cake”.

Un film per il quale l’attrice, dopo mesi in cui non è andata in palestra, non ha seguito nessuna dieta e non ha usato make up, forse le varrà una nomination all’Oscar. In questi giorni l’attrice sta rilasciando interviste nelle quali ha finalmente “svelato” l’arcano della linea “appesantita” togliendo di mezzo qualsiasi dubbio in merito ad una possibile gravidanza.

Nel film, indipendente e prodotto con low budget, interpreta una donna scampata ad uno spaventoso incidente stradale. Jennifer Aniston si è spinta al limite per dare la giusta interpretazione ad un personaggio complesso come quello di Claire: ad Hollywood ad ogni trasformazione choc corrisponde almeno una nomination all’Oscar.

Guarda il trailer.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”61027″]

Così Jennifer ha commentato a riprese concluse:

“Sapevo quello che sarebbe dovuto accadere: non mi sono allenata per due mesi e mezzo. Ho smesso di andare in palestra e di controllare il mio regime alimentare, non ho seguito più la mia solita dieta. Diciamo che ero sempre in salute, ma mi sono concessa degli stravizi. Inoltre ho recitato senza trucco, faceva parte del personaggio ed è stato rigenerante”.

Jennifer Aniston ancora racconta:

“È il ruolo più difficile che abbia mai interpretato e l’ho amato! La vita di Claire mi ha spinto a riflettere, dobbiamo essere grati per la nostra salute e per il dolore che non dobbiamo sopportare. È straziante vivere nel corpo di quella donna, ma ha una buona storia da raccontare. Ho dovuto comprendere bene la logica dell’incidente stradale vissuto da Claire, il dolore che provava e le sue ferite. Alla fine anche la mia voce è cambiata”.