Jeans: i modelli e la vestibilità per la donna

La bibbia del jeans, per conoscere tutti i modelli e le vestibilità

Skinny, boyfriend, a vita alta e regular: ma come sono questi (e molti altri jeans) e qual è la loro vestibilità? Ve lo spieghiamo qui sotto!

Il jeans è nato nell’Ottocento come indumento di lavoro perché molto resistente ed economico da comprare: solo negli anni Cinquanta, poi, è diventato un punto forte della moda mondiale con numerosi brand che lo hanno presentato nelle forme più disparate. Adesso, però, circolano in commercio numerosi modelli che si abbinano ad alcune fisicità piuttosto che ad altre: ma quali sono? Ecco tutti quelli da conoscere!

I jeans a vita alta

Facciamo un tuffo negli anni Ottanta per presentare i magnifici jeans a vita alta, uno dei modelli che è tornato in voga solo dopo il 2015 e che fin da subito ha riscosso un enorme successo.

Jeans decorati
Jeans decorati

Tutti li amano, non solo per la comodità e il comfort fornito, ma anche perché sono dotati di una vestibilità che sta bene a tutte: sia con le gambe asciutte sia con i glutei formosi, questo modello slancia la figura e mette in risalto il punto vita.

I jeans a vita bassa

Passiamo da un estremo all’altro e scopriamo i jeans a vita bassa, quelli con l’allacciatura sotto l’ombelico e molto in voga a fine anni Novanta, inizio Duemila. Chi non li ricorda addosso a Britney Spears?

A differenza del precedente, i jeans a vita bassa sono più adatte per le ragazze giovani e con un fisico asciutto, non solo perché mettono in risalto il lato B alla perfezione, ma perché, dall’altra parte, possono anche mettere in risalto qualche chiletto di troppo sulla pancia!

I regular fit

Versatili e molto fashion soprattutto d’inverno: stiamo parlando dei regular fit, i jeans che scendono dritti sulla gamba – senza fasciare – e generalmente con la vita regolare. Per riconoscerli è molto facile: basta sdraiarli su un tavolo e vedere che le gambe siano a forma di rettangolo!

View this post on Instagram

when yo skirt too short.

A post shared by badgalriri (@badgalriri) on

Non essendo molto aderenti, sono perfetti per tutte quelle donne che non vogliono sentirsi costrette all’interno di un capo d’abbigliamento e che, soprattutto, vogliono nascondere qualche difettuccio. Assolutamente da avere nell’armadio e da indossare in versione street style, proprio come Rihanna.

Gli slim fit

Gli slim fit sono tra le innovazioni del XXI secolo perché rappresentano il perfetto equilibrio tra il regular fit e il jeans skinny, decisamente più aderente.

Jeans slim fit
Jeans slim fit

Si presentano come dei jeans dal taglio dritto anche se non troppo attillato: proprio per questo motivo, infatti, vi consigliamo di indossare questo modello solo se il vostro fisico è asciutto e slanciato o in alternativa se abbinato ad un paio di tacchi. Dall’altra parte, se i chiletti in eccesso sono troppi meglio evitarlo perché non faranno che appesantire (inutilmente) la figura.

Boyfriend o baggy

I jeans boyfriend si presentano come un capo morbido che va indossato largo sia in vita che sulla gamba: proprio per questo, infatti, sono stati pensati come il capo che si potrebbe rubare dall’armadio del fidanzato per indossarlo con un look casual.

Jeans boyfriend
Jeans boyfriend

A differenza dei classici modelli a vita alta, il boyfriend (molto simile al relaxed fit) non sta bene a tutte le fisicità perché rischia di essere troppo basso sul cavallo e creare l’effetto pannolone che proprio non piace a nessuno. Il consiglio che vi possiamo dare è di provarne di brand diversi fino a trovare il vostro preferito!

Jeans a zampa di elefante

Direttamente dagli anni Settanta arrivano i jeans a zampa di elefante, anche chiamati flared: si presentano aderenti sulla vita e sulle cosce, mentre più aperti dal polpaccio in giù. L’ampiezza della gamba varia da modello a modello: i bootcut, ad esempio, presentano le stesse caratteristiche ma sono meno aperti sul fondo.

Jeans a zampa di elefante
Jeans a zampa di elefante

È perfetto per chi ha un fisico a pera, con i fianchi pronunciati e il lato B prosperoso; vanno anche bene, però, per chi ha gambe asciutte e snelle, anche se potrebbe non valorizzarle al massimo. Se, però, l’altezza non è uno dei vostri punti forti, allora meglio evitarlo oppure scegliere le scarpe giuste, rigorosamente con il tacco!

Cropped jeans

Lungo fino alla caviglia e con il fondo leggermente svasato, il cropped jeans è uno dei modelli must have degli ultimi anni. L’abbiamo visto moltissimo anche tra le dive (come Chiara Ferragni, che lo adora) e tra i tagli più glamour ci sono quelli con il fondo con le frange oppure con una banda denim di tonalità più chiara (o più scura) rispetto al resto del capo.

View this post on Instagram

Monday business look 💘

A post shared by Chiara Ferragni (@chiaraferragni) on

Anche se a prima vista possono spaventare, i cropped jeans stanno bene praticamente a tutte, anche se si hanno dei chiletti di troppo da nascondere. Per le fisicità più asciutte possono essere indossati anche con un paio di ballerine o con le sneakers, mentre per valorizzare al massimo la figura vi consigliamo di indossarli con dei sandali con il tacco o con un paio di dècolletè coloratissime.

Skinny jeans

Molto in voga tra le ragazze più giovani, gli skinny (o in alternativa i superskinny), tra i modelli più apprezzati degli ultimi anni: sono molto attillati lungo tutto il capo e permettono di valorizzare le proprie curve al massimo, anche con un paio di scarpe basse.

Skinny jeans
Skinny jeans

Il fisico a mela (dove tutto sembra essere al proprio posto) è quello maggiormente valorizzato, ma anche i corpi sportivi dove, con sudore e allenamento, non è presente neanche un filo di grasso. Se sul punto vita, invece, ci sono dei chiletti di troppo, indossateli comunque ma abbinati ad una blusa morbida o con una camicetta e il capo metterà in risalto le vostre gambe!

ultimo aggiornamento: 01-10-2019

X