Le proprietà e i benefici degli impacchi di verza, perfetti per attenuare e alleviare il torcicollo e i dolori articolari.

La verza, o il cavolo verza, è un ottimo alimento utile a depurare l’organismo e a dare energia al corpo grazie alle vitamine, sali minerali e amminoacidi. Le proprietà della verza possono essere sfruttate non solo in cucina, ma anche per la preparazione di rimedi naturali fai da te come ad esempio gli impacchi disinfiammanti per dolori muscolari e articolari. Vediamo come preparare degli impacchi di verza dall’azione antinfiammatoria, analgesica e decongestionante!

Impacchi di verza: i benefici

Applicando la verza su un ginocchio o su una spalla dolorante, la tensione causata dal dolore verrà assorbita come una spugna dalla foglia che assorbirà l’infiammazione e le tossine localizzate, depurando immediatamente l’organismo.

Questo rimedio è consigliato alle persone di tutte le età e può essere usato per provare sollievo in varie occasioni. Tra i dolori più comuni, ad esempio, il mal di schiena, il mal di pancia e i dolori articolari alle ginocchia.

Cavolo verza
Cavolo verza

Come fare gli impacchi di verza

Un metodo facile e veloce per utilizzare al meglio la verza come antidolorifico consiste nell’applicare localmente la foglia dopo averla fatta sbollentare e raffreddare. Adagiatela sulla zona che vi fa male e lasciate agire per trenta minuti.

Un altro modo per preparare un impacco di verza consiste nel lavare le foglie e creare delle strisce, in modo da poterle appiattire. Non usate un mattarello, ma una bottiglia di vetro in modo tale che possa fuoriuscire il succo, ma che non venga assorbito dal legno.

A questo punto prendete le foglie così schiacciate, ancora ben impregnate del loro succo, e applicatele su più strati intorno all’articolazione o al muscolo che fa male. Per farle stare ben ferme avvolgete la zona con una garza e lasciate agire per un’oretta. Ripetete l’operazione due o tre volte. L’odore potrebbe essere un po’ sgradevole, ma si consiglia di non lavarsi, altrimenti si perdono le proprietà benefiche.

Inoltre, l’acqua di cottura dove avete sbollentato le foglie di verza non va assolutamente buttata via. Utilizzate per preparare un impacco per curare le dermatiti causate da allergie o un decotto in caso di gastriti o mal di pancia.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
rimedi naturali verza

ultimo aggiornamento: 19-11-2019


Mani nere per colpa… dei carciofi? Ecco i rimedi naturali per sbiancarle

Come eliminare i graffi da mobili e parquet in legno?