Idee per un weekend a Chisinau

La città di Chisinau è una delle realtà più vivaci dell’ex Unione Sovietica. Offre numerose attrazioni culturali e tanto divertimento.

Chisinau, capitale della Moldavia, è una città immersa nel verde che sorge sulle sponde del fiume Byk. Caratterizzata dalla presenza di numerosi parchi e laghi, è celebre per la sua rapidissima ricostruzione post-guerra e per essere uno dei poli della movida moldava.

Vi suggeriamo un itinerario di un weekend alla scoperta di Chisinau.

Giorno uno

Dedicate il primo giorno alla scoperta della città a piedi. Potete partire dalla via principale, Boulevard Stefan cel Mare. Qui si trovano alcuni dei principali edifici amministrativi della Moldavia, il Teatro Nazionale M. Eminescu e il Teatro dell’Opera e del Balletto. Il Boulevard è anche ricco di negozi e centri commerciali in cui potrete concedervi un momento di shopping. Proseguite nel cuore della città vecchia, dove si possono ammirare circa 700 edifici del XIX secolo. Tra di essi la Cattedrale Sobor e l’Arco di Trionfo con l’Orologio.

Dopo questa lunga camminata potrete concedervi un momento di riposo in una delle tante aree verdi della città. Come il Parco della Cattedrale, che prende il nome dalla Cattedrale ortodossa della Trasfigurazione, o il Giardino Pubblico Stefan cel Mare, all’interno del quale si trova il grande Cinema Patria.

Chisinau è celebre per i tantissimi ristoranti e locali che animano la vita notturna. Per la serata scegliete un locale in cui poter gustare la moussaka, un piatto molto simile alla parmigiana,con patate al posto delle melanzane, o la “chorba”, la zuppa calda. Se riuscite a tirare fino al mattino non fatevi scappare la colazione al bar Eliza.

Giorno due

Prima del vostro rientro concedetevi un tour nei museo della città. Non fatevi scappare il Museo di Pushkin, composto da due edifici: la casa nella quale visse il celebre scrittore, composta da due stanzette e un disimpegno arredati con oggetti dell’epoca, e un edificio adibito a museo. La struttura è composta da tre sale che ripercorrono la permanenza di Pushkin in Bessarabia; si possono ammirare libri, oggetti, ritratti e corrispondenza privata dello scrittore, e una sala con alcuni manoscritti del poeta e i primi capitoli dell’Evgenij Onegin, il poema in versi cominciato durante l’esilio moldavo.

ultimo aggiornamento: 19-06-2016

Guide Donna Glamour

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X