Ice blonde è la nuova tinta capelli più trendy dell’anno

L’Ice blonde è la nuova tinta capelli di moda per il 2016 e dona un look davvero innovativo e senza precedenti per essere sempre al top

chiudi

Caricamento Player...

Il biondo si sa, non passa mai di moda, ma a conquistare il 2016 ci pensa l’ Ice blonde, una tonalità fredda e brillante resa famosa da Marilyn Monroe e Grace Kelly e che nel corso degli anni si è arricchito di sfumature che lo hanno reso un vero must have. Un colore quasi argenteo che non è paragonabile al classico platino: ecco il nuovo trend per i vostri capelli, in modo da non passare mai inosservate.

Ice blonde è il colore giusto per essere davvero originale

Il colore scelto per il 2016 non è un semplice platino ma è anche lontano dalla moda che spopola dei capelli grigi: è una sfumatura particolare che si avvicina al ghiaccio, da cui appunto prende il nome.

Il trend vuole un colore pieno: si arricchisce di sfumature dalla radice alle punte, ma gli hair stylist però, hanno creato degli accostamenti per rendere il colore ancora più di tendenza abbinandolo ad una radice più scura oppure a colori accesi come l’arancione o il rosa.

Ovviamente però bisogna fare attenzione alle tinte: se si è scuri di capelli, passare all’ ice blonde potrebbe danneggiarli, quindi affidatevi a parrucchieri esperti, per evitare di fare qualche danno. Potrebbero inoltre volerci più interventi sul capello per ottenere quello che desideri.

L’ice blonde può donare a diverse carnagioni, ma soprattutto a quelle molto chiare in quanto su quelle scure risulterebbe troppo finto.

Ricapitolando, i capelli si tingono così di sfumature fredde e brillanti e si impreziosiscono con ciocche metallizzate. L’ice blonde infatti non è ricco di sfaccettature e gioca con la luce che lo rende unico su ogni chioma, come se si trattasse di un’opera d’arte creata per voi dal vostro parrucchiere.  Esalta i tagli corti ma è perfetto anche su capelli medio lunghi.

Blonde6

Guarda la nostra gallery e scopri tutti i look con questo colore!

Fonte copertina: Pinterst