Secondo recenti studi un utilizzo giornaliero di succhi di frutta potrebbero essere tra le cause di numerosi problemi di salute tra cui quelli cardiovascolari.

Non c’è più da stare tranquilli neanche bevendo i succhi di frutta!

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Bere un succo di frutta al giorno, infatti, può aumentare i rischi connessi all’ipertensione. Al centro dell’attenzione sarebbe nello specifico la pressione sanguigna centrale, misurata all’altezza dell’aorta, che subirebbe da un regolare consumo della bevanda un innalzamento.

Sono i ricercatori della Swinburne University of Technology di Hawthorn a sostenere la tesi sugli effetti negativi dei succhi di frutta sulla pressione.

Secondo quanto reso noto dall’autore principale dello studio, il Dr. Matthew Pase, quanto riscontrato assumerebbe particolare importanza se considerata la generale credenza sui benefici per la salute di tali bevande:

“C’è una generale percezione dei succhi di frutta come salutari. Malgrado possano contenere vitamine essenziali, essi contengono elevate quantità di zuccheri con fibre trascurabili. In questo modo il consumo di succhi di frutta potrebbe contribuire a un eccessivo apporto di zuccheri, tipico della dieta occidentale, esacerbando la prevalenza di ipertensione e malattie cardiovascolari.

Se è vero che di solito i succhi di frutta sono sempre stati ritenuti un’ottima forma di vitamine e sali minerali, va considerato che soprattutto oggi vengono aggiunte artificialmente, spesso alzando ancora di più il contenuto di zuccheri.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 14-10-2014


Il caffè decaffeinato è un aiuto per il nostro fegato

Torna il Bra Day Italy, la Giornata di informazione sulla ricostruzione mammaria