I migliori integratori di minerali

Numerosi sono gli integratori in commercio. La scelta è spesso condizionata da pubblicità accattivanti che tendono a spostare la nostra attenzione da quelle che sono le caratteristiche fondamentali di un integratore di minerali: ingredienti, principio attivo e purezza

chiudi

Caricamento Player...

Gli integratori possono essere assunti da tutti senza bisogno di ricetta medica. È opportuno consultare sempre il proprio medico prima di assumere ogni tipo di integratori. Inoltre, non è semplice orientarsi tra le marche. La cosa migliore è essere selettivi, partire dal problema che si vuole risolvere e cercare il prodotto più adatto alle nostre esigenze. Vi suggeriamo alcune linee guida per orientarvi all’acquisto dei migliori integratori.

Verificare l’etichetta

L’integratore deve essere autorizzato dal Ministero della Salute. Si tratta di una garanzia degli standard di sicurezza sia nel produrre il prodotto che ci accingiamo ad acquistare, sia negli ingredienti utilizzati, che devono essere tutti autorizzati nella Comunità Europea.

Controllare il produttore

Sull’ etichetta dell’integratore devono essere riportati il nome, la sede dell’operatore responsabile dell’immissione in commercio. Chi produce il prodotto deve avere un’autorizzazione speciale rilasciata dal Ministero della Salute.

Leggere gli ingredienti

La tabella nutrizionale e gli ingredienti sono la parte alla quale prestare maggiore attenzione. L’efficacia di un integratore è infatti data dalla sua composizione e dagli ingredienti, che devono essere elencati secondo un ordine quantitativo decrescente.

Il principio attivo

Integratori con una maggiore quantità di principio attivo non sempre sono i migliori. Bisogna infatti considerare che l’organismo può metabolizzare quantità limitate di principi attivi e, di conseguenza, dosi massicce possono solo essere eliminate attraverso le feci o le urine con il risultato di una bassissima assimilazione.

Il prezzo

Per quanto riguarda la scelta degli integratori, il prezzo più basso è solitamente sinonimo di qualità inferiore. Risparmiare qualche euro significa scegliere un prodotto, ad esempio, dalla purezza inferiore rispetto ad altri più cari.