I benefici del tamarindo

Il tamarindo è una pianta tropicale composta da acqua, zuccheri, fibre alimentari, proteine e grassi.

chiudi

Caricamento Player...

Il tamarindo, o dattero d’India, è una pianta sempreverde proveniente dall’Africa Orientale. È composta di molti minerali (potassio, fosforo, magnesio, sodio, calcio, zinco, rame e selenio) e vitamine (vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, E, K, e J). Numerosi sono gli utilizzi del tamarindo, grazie ai tanti benefici che è in grado di apportare. Vediamo insieme quali sono.

I benefici del tamarindo

Benefici per l’intestino

Il tamarindo è utile in caso di problemi gastrici e digestivi, in quanto possiede proprietà lassative e regola l’intestino grazie alla presenza degli acidi organici contenuti nella sua polpa.

Benefici al fegato

Tra le proprietà del tamarindo, spiccano quelle protettive e decongestionanti per il fegato. Agevola, infatti, lo svuotamento della cistifellea e previene i disturbi biliari. I polifenoli contenuti negli estratti del tamarindo proteggono inoltre le cellule del fegato.

Benefici per l’influenza

Le proprietà antibatteriche e antinfettive del tamarindo intervengono per contrastare le febbri reumatiche.

Azione rinfrescante e rimineralizzante

Gli acidi organici contenuti nel tamarindo danno al corpo una sensazione di freschezza nei casi di sudorazione dovuta a febbre o eccessivo sforzo fisico. È consigliato in estate per il suo potere rinfrescante, in quanto agisce come integratore di sali minerali.

Benefici per la pressione

L’alto contenuto potassio del tamarindo permette di rilassare le pareti dei vasi sanguigni e contribuire al flusso sanguigno con un abbassamento della pressione arteriosa. È inoltre un’ottima fonte di ferro: stabilizzando il numero dei globuli rossi nel sangue consente una corretta ossigenazione all’organismo.

Proprietà antiossidanti

La polpa del tamarindo contiene sostanze con proprietà antiossidanti, come l’acido caffeico e l’acido ellagico. Il tamarindo, infine, è in grado di l’assorbimento dei carboidrati ed evitare i picchi glicemici pericolosi per chi soffre di diabete, e abbassa il colesterolo grazie al suo alto contenuto di fibre.