Combattere il caldo in casa

Combattere il caldo in casa per non soffrire a causa delle temperature elevate

chiudi

Caricamento Player...

Combattere il caldo in casa quando arriva l’estate è una delle missioni quotidiane per tentare di trovare un po’ di refrigerio dovuto alle temperature elevatissime e alla afa. La soluzione più immediata sembra essere ovviamente quella offerta dal condizionatore. Il punto è che, quanto più usiamo i condizionatori in casa, in ufficio o nelle auto, tanto più inquiniamo il nostro Pianeta, surriscaldandolo a causa della produzione dei gas serra. Dovremmo dunque evitare il condizionatore e ricorrere all’ausilio di ventilatori che, a quanto pare, consumano in termini di energia 15 volte in meno dei condizionatori.

Combattere il caldo in casa: chiudete tapparelle e finestre di giorno

Sembra un controsenso ma è la cosa giusta da fare. Fate arieggiare le stanze durante le prime ore del mattino, salvo poi abbassare le tapparelle e chiudere le imposte per non far entrare l’afa delle ore più calde della giornata. Soltanto in serata potrete aprire per far entrare l’aria più fresca delle ore notturne. Quel che sembra certo è che comunque dovrete dire addio ai materiali sintetici a favore del cotone. Tende di cotone e soprattutto lenzuola di cotone che di certo vi aiuteranno a dormire meglio di notte. Bagnate spesso il corpo con un panno umido e sciacquate polsi e caviglie con acqua fresca per un sollievo decisamente immediato.

Combattere il caldo in casa: piantare alberi e far crescere rampicanti

Se disponete di uno spazio esterno, un buon sistema per far ombreggiare la casa è quello di piantare degli alberi o far crescere delle piante rampicanti che di certo aiuteranno la casa a mantenere una buona esposizione all’ombra. Piccoli rimedi naturali che sicuramente contribuiranno a farvi sentire meno caldo nelle ore più afose della giornata durante le quali non si sta bene davvero da nessuna parte.