Green Pass, quanto dura la certificazione verde: l’attuale durata e tutte le novità in arrivo nei prossimi mesi.

Ma quanto dura il Green Pass? Questa la domanda che molti si pongono. Dopo essersi sottoposti al vaccino, spinti anche dalle nuove misure che lo rendono, di fatto, quasi obbligatorio, milioni di italiani si interrogano sulla durata effettiva della certificazione verde, in questo momento essenziale per numerosissime attività. Al momento sono tre le fasce di durata: 9 mesi per chi si è sottoposto a doppia dose di vaccino; 6 mesi per chi è guarito e possiede ancora gli anticorpi della malattia; 48 ore per chi si è sottoposto a tampone negativo. Ma nei prossimi giorni potrebbero arrivare dei cambiamenti: ecco le ipotesi al vaglio del governo.

Perché la durata del Green Pass può cambiare?

Una delle più grandi novità relative al pass in questo inizio di settembre 2021 potrebbe essere il prolungamento della sua scadenza. La richiesta sarebbe arrivata al governo soprattutto dagli ambienti sanitari, da medici e infermieri, che per primi hanno ricevuto i sieri e che sono ormai in procinto di veder scadere la propria certificazione.

Green Pass Covid
Green Pass Covid

Proprio per questo motivo avrebbero fatto una richiesta formale al governo e al CTS di prolungare la scadenza per poter permettere all’intero sistema di vaccinazione di mantenere ritmi accettabili in vista anche dell’organizzazione della terza dose, che dovrebbe essere somministrata a brevissimo proprio agli operatori sanitari e ai soggetti fragili.

Nuova durata Green Pass: l’ipotesi

Al momento la richiesta di prolungamento sarebbe di almeno tre mesi. In questo caso, dunque, la certificazione verde, già obbligatoria anche per viaggiare su mezzi pubblici nazionali, passerebbe da una durata di 9 mesi a 12 mesi, un anno. Questo permetterebbe alla macchina delle vaccinazioni di continuare a lavorare senza eccessiva pressione per la terza dose, che nel giro di qualche mese dovrebbe essere somministrata a tutti gli italiani che si sono già sottoposti alle prime due dosi, dando ovviamente precedenza ai più fragili.

La discussione su questa ipotesi è prevista per il 6 settembre, ma il governo e il CTS potrebbero rimodulare un eventuale prolungamento qualora le evidenze scientifiche dimostrino anche più avanti che non vi sia oltre i 9 mesi una risposta anticorporale adeguata. Per ogni novità riguardante il certificato verde è comunque sempre consigliabile consultare il sito ufficiale del governo.

coronavirus

ultimo aggiornamento: 02-09-2021


Come scegliere lo zaino per la scuola: i consigli degli esperti

La lezione dell’Estetista Cinica al Festival del Cinema di Venezia: il messaggio è esemplare