Il glutine é dannoso per la salute ed il benessere?

Glutine si o no? È una alternativa salutare alla carne, o é dannoso? Ecco i pro e i contro.

Il glutine é la parte proteica del grano. I sostenitori, in particolare vegetariani e vegani, sostengono che sia un alimento eccellente. Grazie all’apporto di proteine vegetali, contribuisce ad equilibrare una alimentazione che evita prodotti animali. I detrattori, invece, sostengono che l’apparato digerente umano non sia in grado di assorbirlo correttamente. Nello stomaco e nell’intestino si comporterebbe come se fosse colla.

Inoltre, l’estensivo uso del dannoso glifosato sui cereali per il consumo umano ne lascerebbe tracce fino al nostro piatto. Vediamo pro e contro.

Gli argomenti a favore del glutine

Il modo più conosciuto per portare sulla tavola il glutine é il seitan. Il seitan in sé non ha un gusto particolare, ed infatti la maggior parte delle ricette prevedono una marinatura. Altre prevedono l’uso di spezie, altre ancora suggeriscono di cucinarlo il giorno prima. Se ben cucinato diventa molto gustoso ed i carnivori spesso non si accorgono della differenza, specialmente se usato nel ragù in sostituzione alla carne.

La sostituzione della carne con il seitan, ricco di glutine, consente di evitare le tossine della carne ed ottenere benessere senza perdere in gusto. Inoltre, l’impronta ambientale di un piatto a base di glutine é nettamente più ridotta.

Non é particolarmente ricco di calorie, é quindi dietetico ed amico della linea. Si conserva a lungo in frigo e può anche essere fatto in casa con metodi semplici e molto convenienti.

Grano
Fonte foto: https://pixabay.com/it/donna-ragazza-bella-letto-dormire-2197947/

Gli argomenti contro il glutine. È dannoso?

L’effetto colla, argomento caro ai sostenitori del tema “glutine dannoso”, effettivamente può esistere. Il glutine, se consumato eccessivamente, tende ad attaccarsi alle pareti dello stomaco, che avranno più difficoltà a digerire i cibi. Anche l’intestino avrà difficoltà a riassorbire parte degli elementi nutritivi.

Esiste poi l’argomento glifosato. Il famoso erbicida spesso viene spruzzato sui campi di grano da alcuni agricoltori come diserbante prima della messa a dimora delle piantine. Alcuni agricoltori, soprattutto negli USA, spruzzano il diserbante anche sulle spighe mature per farle essiccare prima. Questo garantisce un raccolto più semplice, tuttavia questa pratica rischia di trasferire nel piatto una parte delle sostanze chimiche. E poiché questo tipo di diserbante tende ad accumularsi nella parte proteica, é proprio nel glutine che rischiamo di trovarlo.

Alcune persone riportano un miglioramento complessivo dello stato di salute dopo aver rimosso il glutine dalla dieta. In particolare, articolazioni più flessibili e maggiore senso di leggerezza. E meno gonfiore. Pamela Prati, ad esempio, sostiene di avere eliminato glutine e carne rossa con soddisfazione e successo.

È sicuro o no?

Non ci sono ancora abbastanza ricerche a riguardo: sappiamo per certo che il glutine é dannoso per i celiaci. Nel complesso, suggeriamo di non abusarne.

Vegetariani e vegani non sono costretti ad assumere proteine alternative nel glutine. Dannoso o meno, una alimentazione ampia e variegata é sufficiente a sostituire le proteine della carne.

Nel dubbio potete provare per 30 giorni ad escludere tutti prodotti che apportano glutine e sostituirli temporaneamente con varianti senza glutine.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/donna-ragazza-bella-letto-dormire-2197947/

ultimo aggiornamento: 27-01-2018

Donna Glamour

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X