Gli svantaggi della dieta Mességué

Rinunciare a superalcolici, fritti e zuccheri

chiudi

Caricamento Player...

Gli svantaggi della dieta Mességué sono gli stessi di qualsiasi altra dieta: pochi grassi, niente superalcolici, zucchero e sale.

Poche rinunce non vuol dire nessuna rinuncia

I principi alla base della dieta di Marc Mességué sono due: il primo è che la parte più difficile da sostenere durante un regime dietetico è la rinuncia a quelle occasioni sociali come pranzi e cene in cui la condivisione del cibo è fondamentale.
Il secondo è che un’alimentazione equilibrata piuttosto che proibire il consumo di determinati alimenti dovrebbe insegnare a mangiare in maniera equilibrata.

Tutto questo si traduce nella cosiddetto programma One Day Light: Marc Mességué propone di seguire un regime alimentare ipocalorico e controllatissimo per un solo giorno a settimana, per continuare a condurre nel resto del tempo la propria normale vita sociale e alimentare.
Nonostante questo ci sono delle rinunce da fare: non andranno assolutamente consumati superalcolici, andrà fortemente limitato l’uso di zucchero raffinato (da sostituire con miele o zucchero di canna), di sale e di bevande gassate.

Gli svantaggi della dieta Mességué

Rispetto alla maggior parte delle diete, quella di Mességué non assicura risultati immediatamente visibili. Si tratta di un programma alimentare che ha come scopo la riattivazione del metabolismo e un dimagrimento progressivo, lento e costante nel tempo.
Chi ha desiderio o necessità di perdere molto peso in poco tempo, non raggiungerà il suo scopo con la dieta di Mességué, che però sarà un ottimo regime alimentare di mantenimento per evitare di riprendere i chili persi con tanta fatica appena dopo aver terminato la dieta.
Tra gli svantaggi peggiori della dieta Messegué c’è il fatto che la nostra tradizione gastronomica è davvero ricca di alimenti ipercalorici che abbinano amidi e proteine animali, cioè pasta e carne: pensiamo alle lasagne, ai sughi di pesce con cui condire le linguine e molti altri. Dal momento che durante i giorni della settimana in cui non si è a dieta ferrea si dovrebbe comunque evitare di mangiare assieme carboidrati e proteine ( di origine animale o vegetale), automaticamente si dovrà dire di no a molti piatti “golosi” che siamo abituati a vedere sulle nostre tavole, soprattutto nei giorni di festa.

Fonte foto copertina: Facebook