Guerra fra Giulia De Lellis e Signorini: entrambi decidono che…

La diatriba tra Giulia De Lellis e Alfonso Signorini va in scena in ogni puntata del GF Vip: ma da ora in poi potrebbe non essere più così.

chiudi

Caricamento Player...

La reciproca forte antipatia tra l’ex partecipante di Uomini e Donne, Giulia De Lellis e il direttore di Chi (nonché opinionista del GF Vip) sta facendo scintille. Puntuali ogni lunedì sera, quando va in onda la diretta del reality show condotto da Ilary Blasi, i toni fra i due si accendono. L’uno accusa l’altra di essere ignorante, il livello delle discussioni si fa via via più acceso. Nell’ultima puntata la mamma di Giulia ha iniziato a urlare per difendere la figlia e la De Lellis ne è rimasta molto turbata. Ma le cose cambieranno, perché entrambi hanno deciso di non parlarsi più.

Giulia De Lellis
Fonte foto: https://www.instagram.com/damellis.team/

Giulia vittima di incubi

La fidanzata di Andrea Damante non è riuscita a dimenticare la reazione forte della madre, che ha urlato contro Signorini durante un loro battibecco. Per questo motivo la notte viene assalita da incubi e durante il giorno non fa che pensarci. La partecipante del GF Vip è convinta che tali esternazioni, fra lei e Signorini, siano un brutto spettacolo e che al pubblico non faccia piacere assistervi. Per questo motivo, confidandosi con Ignazio Moser, la De Lellis ha deciso che se i toni non si abbasseranno, lei sarà costretta a non rivolgere più la parola all’opinionista del reality show.

Signorini sceglie il silenzio

Anche Signorini ha preso la sua decisione: non rivolgerà più la parola alla De Lellis, considerandola “trasparente”. Lo ha dichiarato a Casa Signorini:

“Siamo ancora qua a parlare di quella! Alla fine non parliamone proprio perché possiamo dire un sonoro ‘chi se ne frega’! Sarà questa la mia strategia dalla prossima puntata: per me sarà trasparente, perché ho deciso di non darle luce occupandomi di lei. Non mi interessa”.

In una delle prime puntate, Damante aveva chiesto chiarimenti in diretta a Signorini.