Ispirazioni orientali, il bagliore degli astri e la leggerezza del Bamboo in tessuti luminosi: la collezione di Giorgio Armani è moda che diventa poesia

Alleggerire, illuminare, sognare: tre verbi che in estate desideriamo vivere e fare nostri come non mai e che ritroviamo nella meravigliosa collezione Fildor Giorgio Armani, fil rouge che unisce le collezioni della maison da quella home a quella prêt-à-porter in un filo sottile che lega una collezione all’altra, ognuna progressivamente più leggera dell’altra in un’ulteriore esplorazione di temi e forme, come sintetizzato sul profilo Instagram del brand.

Non sono tanti i tessuti e le forme il punto di partenza, quanto l’oro e i suoi bagliori che in un gioco di luce e sperimentazione punteggiano silhouette, formano dettagli e si fondono con trame di tessuti e accessori inondandoli di luce. C’è il sole, c’è il mare, il deserto, ispirazioni spiccatamente orientali che si esprimono abiti e capi morbidi, fluidi ma sostenuti da tessuti scultorei.

Giorgio Armani alla MFW 2022: la primavera/estate 2023 si disegna su fili di Bamboo

Altro elemento fondante della primavera/estate 2023 secondo Giorgio Armani è il Bamboo, ispirazione che dalla collezione Armani Casa arriva anche nel guardaroba estivo della maison come simbolo di forza, longevità, resistenza e flessibilità. Immagini che ci vengono suggeriti alla visione di abiti e pantaloni dalla silhouette avvolgente, romantica e divina che trasformano le modelle della sfilata in Dee venute da lontano, detentrici e dispensatrici di equilibrio e armonia.

La collezione sembra rubata ad un romanzo fantasy: abiti giromanica lunghi e scintillanti, in giochi di trasparenza e luce che si riflette su gonne o pantaloni fluidi e lunghi – il modello sultano è ormai onnipresente nelle collezione Armani – che ancora una volta mettono in risalto il marchio di fabbrica di Armani: lasciare che il tessuto parli e diventi protagonista, disegnando i dettagli dell’abito. Ancora una volta il dress code indugia sulla ricerca di un’eleganza senza tempo, questa volta eterea, evanescente, astrale.

E poi c’è il tocco etnico: i Mandala ricoperti di paillettes e i gioielli dalle forme sinuose geometriche, intarsi preziosi e caleidoscopio, dettagli che rendono sofisticato anche look semplici ed essenziali.

Tendenze e look per la prossima estate 2023: le gonne lunghe lucenti e il blazer over e fluido

Due capi in particolari cattureranno l’attenzione nella prossima estate in una nuova veste, la gonna lunga e il blazer. La prima, già ormai cult e must have fisso dell’estate tornerà a prediligere le trasparenze e a diventare un perfetto capo da sera che potrà rivelarsi un’alternativa agli abiti lunghi, abbinata a crop top o a corsetti.

Ma occhio anche all’evoluzione fluida ed elegante che Armani dona al blazer, lungo come un mini dress ma svasato come una vestaglia: non più quindi la sua caratteristica strutturazione ma quasi un dolce kimono da appuntare, in texture dalle nuance color block o sfumate, perfetto sulle già citate gonne lunghe ma anche sui pantaloni morbidi e dritti per un look rigoroso oppure sugli amatissimi sultano rivisitati in chiave sofisticata.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-10-2022


Bella Hadid sfila vestita di “spray” per Coperni alla Paris Fashion Week 2022

Il cardigan è il nostro passepartout del cuore per l’autunno/inverno 2022-2023: tanti i look da realizzare