La giacca Chanel: storia del capo iconico in tweed della maison

The Jacket colpisce ancora: la giacca Chanel in tweed che indosseremo no stop

Taglio dritto, dalla classica alla cool, la giacca Chanel ha rivoluzionato le linee ed è ancora oggi un must have irrinunciabile.

Avvitata, deliziosa, la giacca Chanel è un’icona, quel capo che riconosciamo immediatamente perché al solo sentirne parlare subito ne ricordiamo le sue caratteristiche. La maison infatti ogni anno la include all’interno delle sue collezioni – non mancherà infatti neppure nella prossima stagione autunno-inverno 2020/20201 – in taglio sempre più moderno ma capace di richiamare anche in minimi dettagli la sua prima antenata.

Non è però solo la sua forma a rendere la jacket Chanel immediatamente riconoscibile, ma è anche la scelta dei tessuti e i giochi di colori. Dietro un capo divenuto icona che si perpetua nel tempo, c’è anche anche una storia importante.

Giacca Chanel: la storia dell’iconica jacket di Madmoiselle Coco

Dietro un capo Chanel c’è sempre dietro l’intuizione, l’estro e la sregolatezza di Coco Madmoiselle Chanel che non amava certo seguire regole nella creazione dei suoi outfit. Così infatti è stato per la Jacket, la giacca in tweed. E la rivoluzione partiva proprio dalla scelta del tweed, di un tessuto a scacchi generalmente riservato al guardaroba maschile.

Ad ispirarla fu l’eleganza dell’amico Duca di Westminster, circa verso la metà degli anni ’20. Il tweed la colpì non tanto per i suoi giochi estetici, ma perché era un tessuto prima di tutto comodo, pratico.

L’idea era quella di dare al guardaroba femminile praticità, pensando ad una donna dinamica, impegnata sul lavoro ma che non rinunciasse alla sua eleganza e femminilità.

La giacca Chanel, vintage e non solo

Il suo taglio vintage, quello che richiama la sua prima forma si ripropone nel corso del tempo: taglio dritto e strutturato, due tessuti cuciti fra loro con punti quasi impercettibili, con la caratteristica catenina di ottone cucita nell’orlo della giacca.

Una grande attenzione al dettaglio che si esprime anche nella scelta di impreziosire la giacca con ulteriori gioielli o decorazioni, a partire dai bottoncini.

Una scia, quella di personalizzare e impreziosire la giacca Chanel in tweed con una prospettiva sempre più moderna, perseguita nel 1985 da Karl Lagerfeld, che rendendola versatile la trasforma nell’oggetto del desiderio delle star. Non ultima anche Billie Eilish, che è riuscita ad integrarla perfettamente al suo guardaroba oversize.

Fonte foto di copertina:
https://www.facebook.com/chanel/photos/a.188926299234/10158480438299235/

Il lockdown fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

ultimo aggiornamento: 03-06-2020

X