Generation What? come funziona il programma inchiesta di Raiuno

Tutto pronto per la prima edizione del programma – inchiesta Generation What? trasmesso dal 2 settembre in seconda serata su Raiuno

chiudi

Caricamento Player...

Una generazione di fenomeni? O una generazione di nostalgici? Generation What? è il nuovo programma inchiesta di Raiuno chiamato a delineare il profilo di un’intera generazione. Un’inchiesta partita non solo in Italia, ma anche nel resto dell’Europa con un programma semplicissimo che ha coinvolto milioni di persone.

Come è nato il progetto

Generation What? è un’inchiesta ideata dalla televisione francese dove è stato sperimentato per la prima volta con grandissimo successo nel 2013. Più di 230 mila questionari compilati da un campione di riferimento di giovani con età compresa tra i 16 e 34 anni sono stati oggetto di studi e dibattiti. Dapprima solo in Francia, ma visto l’enorme successo e il clamore mediatico generato anche l’Unione Europea si è interessata al fenomeno Generation What?. Così l’ Ebu( European Broadcasting Union) ha espressamenet richiesto il Generation What? come uno step necessario da realizzare entro il 2016 dal resto dell’Unione Europea.

Generation What in Italia

A guidare il progetto italiano di Generation What? è stata selezionata la Rai Radio Televisione Italiana. Così dallo scorso aprile è possibile compilare sino al prossimo 31 ottobre un questionario online sul sito www.generation-what.it. All’interno del sito sarà possibile anche scoprire l’esito delle risposte provenienti da altri paesi europei per un primo confronto. Durante le varie puntante di Generation What, in partenza il 2 settembre in seconda serata su Raiuno, sarà possibile scoprire alcune delle risposte pervenute dai giovani italiani. Puntata dopo puntata, infatti, si andranno così a delineare gli interessi, i sogni e le paure di un’intera generazione. Si tratta di un vero e proprio viaggio nella vita dei giovani d’oggi figli di internet, dei social network e di una realtà divisa tra reale e virtuale. Un confronto tra generazioni per comprendere in che direzione stiamo andando, ma anche per capire cosa ci accomuna e ci allontana dai nostri cugini inglesi, francesi e spagnoli.

(fonte foto: Facebook)