Il Gatto Ashera è il micio più grande e costoso al mondo: vediamo il carattere, l’indole e il motivo per cui la cifra di vendita è così alta.

Ottenuto grazie ad uno strano incrocio in laboratorio, il gatto Ashera è il micio più grande e costoso del mondo. Bellissimo e con un carattere simile a qualsiasi altro animale domestico, le liste di attesa per accoglierne uno in famiglia sono a dir poco esclusive.

Gatto Ashera: carattere e indole

Felino geneticamente modificato, il gatto Ashera è considerato il micio di stazza più grande al mondo, nonché quello più caro. Per spiegare questo ultimo dettaglio, basta dire che, ogni anno, ne nascono circa 100 esemplari. Considerando l’alta proliferazione naturale dei gatti, si tratta di un numero bassissimo, che lo fa diventare introvabile. Detto anche gatto giaguaro, è nato nei laboratori della Lifestyle Pets, incrociando un gatto domestico con alcuni felini selvatici. Generalmente, arriva a pesare 15 chili e supera il metro di lunghezza. E’ bene sottolineare che il gatto Ashera è sterile, per cui non si può riprodurre.

Il suo aspetto, fin dal primo sguardo, appare selvatico, tanto che sembra il fratellino minuscolo del giaguaro. La pelliccia è leopardata, ma può avere diversi disegni e striature. Le orecchie, invece, sono a punta, grandi e larghe. Il pelo è corto e fitto e la variante più ricercata, neanche a dirlo, è la maculata.

Anche se i gatti Ashera hanno una mole importante, si comportano come docili mici domestici. Amano le coccole, sentirsi al centro dell’attenzione e giocare. Essendo molto pigro, va stimolato all’attività. Può vivere fino ad un massimo di 25 anni, ma bisogna evitare di esporlo al freddo, suo unico punto debole.

Gatto gigante Ashera: il prezzo

Il gatto Ashera ha un prezzo a dir poco esorbitante: il costo varia tra i 12 mila e i 17 mila euro, ma anche oltre. Calcolate che ne esiste anche la versione ipoallergenica che viene 18.000 euro, ma la variante più cara, il rarissimo Royal Ashera, costa ben 96.000 euro. Fortunatamente, in Italia, grazie al decreto del 19/04/1996 del Ministero dell’Ambiente, non è possibile possedere un micio Ashera.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-02-2022


Come vedono i cani: sfatiamo il mito del bianco e nero

Rottweiller: tutto quel che c’è da sapere su questa razza