Fumo: Dannoso anche per la Salute della Mente

Un recente studio Inglese ha scoperto che il fumo, oltre alle numerose patologie che causa a livello fisico, è dannoso anche alla mente.

chiudi

Caricamento Player...

Il fumo si sà, è pericolosissimo alla salute. Sono oltre 40 le patologie ad oggi dimostrate a cui rischiano gli abituali fumatori. Sono coinvolti praticamente tutti gli organi e gli apparati principali del corpo. Già questo sarebbe più che un buon motivo per abbandonare per sempre l’uso delle sigarette, ma ora è emersa una ulteriore allarmante novità: il fumo è dannoso anche alla salute mentale.

Lo confermano i ricercatori del King’s College di Londra e delle università di Birmingham e Oxford autori di uno studio pubblicato sul British Medical Journal.  Gli effetti del fumo sulla mente sono uguali o superiori a quelli di un trattamento antidepressivo nei disturbi d’ansia e dell’umore. Fino ad oggi l’associazione fumo-mente è stata poco considerata, anzi molti fumatori sono convinti che la sigaretta apporta alla mente benefici come il rilassamento o la concentrazione.

La questione diventa ancora più delicata nei riguardi di tabagisti affetti da disturbi mentali, tanto che  diversi medici temono che farli smettere peggiori la loro situazione. I ricercatori inglesi hanno così deciso di indagare sui cambiamenti provocati nella salute mentale dopo un arresto del vizio. Sono stati effettuati 26 studi su adulti, valutandone la salute mentale – in termini di ansia, depressione, positività, qualità psicologica della vita e stress – prima di smettere di fumare e sei settimane dopo l’interruzione.

fumo dannoso anche alla mente
fumo dannoso anche alla mente

Le persone avevano un’età media di 44 anni e fumavano circa 20 sigarette al giorno. Dallo studio è emerso che smettere di fumare comporta miglioramenti in “tutti” i parametri considerati:  dalla depressione all’ansia. La condizione mentale di un non fumatore è risultata dunque migliore rispetto a quella di un tabagista. E il discorso vale sia per le persone in  generale sia per le persone cliniche, comprese quelle con disturbi mentali.

Anche se i dati non permettono di dimostrarne la causa, precisano gli studiosi, i fumatori possono essere rassicurati sul fatto che smettere di fumare comporta benefici anche per la salute mentale. E questo può aiutare i medici a superare le ritrosie verso un intervento sui fumatori con problemi di salute mentale.