Fingere l’orgasmo: Dagospia svela che non è solo un gioco

Dagospia ha svelato che fingere l’orgasmo è diventata una strategia sessuale che le donne usano per controllare la situazione

chiudi

Caricamento Player...

Alcune donne hanno svelato che per alcune fingere l’orgasmo è una strategia spiacevole ma molto eccitante mentre per altre serve per porre fine alla tortura del sesso scarso o indesiderato quindi non è solo una bugia ma un fenomeno molto più complesso. Le donne intervistate fortunatamente non hanno mai usato i termini “coercizione” o “stupro” ma hanno preferito le parole “pessimo”, “indesiderato” e “sgradevole”. Uno studio condotto su donne che praticano sesso consenziente ha svelato che molte donne quindi simulano il piacere sessuale per far finire prima possibile il sesso, pessimo o non desiderato.

La psicologa Emily Thomas ha dichiarato:

“Alcune donne parlano in termini positivi del finto orgasmo, ad esempio lo considerano una esperienza piacevole, che in qualche modo contribuisce all’eccitazione. Ma sono tantissime quelle che ne parlano in modo spiacevole, come mezzo per porre fine ad un rapporto indesiderato”.

Alcune donne la ritengono una buona strategia per avere il controllo della situazione, per altre però è come soccombere al partner, perché non riescono a rifiutare le proposte sessuali.

Quindi risulta che fingere un orgasmo è allo stesso tempo utile ma problematico.

Un altra ricerca è stata condotta da IllicitEncounters.com ovvero il sito di incontri fra persone sposate più cliccato di Gran Bretagna.

Il 42% delle donne ha ammesso che è semplice ingannare il partner sull’orgasmo mentre nella parte maschile lo fa solo il 12% ma forse solo perchè è più difficile mentire fisicamente.

I motivi sono la noia, l’ubriachezza e quando si accorgono di aver fatto un grave errore nel sesso occasionale.

Anche le persone che stanno insieme da molto tempo a volte fingono per non dare un dispiacere al proprio partner.

E voi avete mai finto l’orgasmo? Attenzione a non farvi beccare dal vostro partner e se vi accorgete che lo fate spesso allora fatevi qualche domanda!