Milf, gilf e cougar: cosa significano questi nuovi appellativi?

chiudi

Caricamento Player...

Milf, cougar e gilf sono i nuovi appellativi femminili che arrivano direttamente dall’America: facciamo un po’ di chiarezza

Milf è quello più conosciuto: é un acronimo anglofono divenuto celebre grazie ad American pie. E’ stato coniato per la mamma di Stifler, interpretata da Jennifer Coolidge, la procace attrice protagonista. Il significato letterale: Mother i’d like to fuck, che viene tradotta più finemente in italiano con Madre che io mi farei. Le caratteristiche delle milf: deve avere più di 40 anni, deve avere uno o più figli, e deve avere qualche ritocchino di chirurgia plastica e soprattutto risultare decisamente ancora molto appetibile sessualmente.

Con il tempo il termine è stato usato spesso a sproposito

Gli adolescenti spesso usano il temine erroneamente: ogni madre oggi è un Milf.

Le Cougar, poi, sono una variante importantissima sul tema. Sono donne dai 35 ai 55, papabili, anche senza figli, che amano come conquistare.

La vita sessuale delle Cougar si basa su sei caratteristiche: loro devono avere tutto sotto controllo, essere indipendenti, avere esperienza, essere innegabilmente sexy, adorare le attenzioni degli uomini, essere orgogliosamente cacciatrici.

Le Cougar sono attratte dagli uomini più giovani e in realtà per essere una Cougar devi rispettare una semplice regola matematica: la tua preda deve avere la metà dei tuoi anni più sette.

Infine, ci sono le Gilf, che è l’acronimo di Granny i’d like to fuck. Dove granny è un comune diminutivo di Grandmother.

Un termine che quindi indica una donna over 50, che ha avuto figli che, a loro volta, hanno avuto dei figli. Ma le Gilf sono donne ancora piacenti e ineludibilmente esperte.

Di quest’ultime c’è una fortissima richiesta sui siti hard, anche se sono pochi gli uomini che lo ammetterebbero senza problemi.

Ecco quindi un piccolo aggiornamento sugli appellativi di nuova generazione: ora i ragazzini non avranno più segreti per voi.