Il romanzo di Carlo Collodi è ambientato in Toscana, ma molte scene del Pinocchio di Matteo Garrone sono stato girate in Puglia

Quella di Pinocchio è una delle storie più celebri della letteratura per ragazzi: le avventure del burattino divenuto un bambino sono note a tutti, grazie anche ai vari film che sono stati tratti dal romanzo di Carlo Collodi. Tra questi c’è anche quello diretto da Matteo Garrone con protagonisti Federico Ielapi e Roberto Benigni. Ma dove è stata girata la pellicola? In Toscana, ovviamente (essendo la regione in cui è ambientato il racconto), ma non solo: molte scene sono infatti state girate in Puglia.

Pinocchio: Collodi e la Toscana

Come detto in precedenza, il romanzo di Collodi è ambientato in Toscana. Non a caso il villaggio dove abita Geppetto è un piccolo centro della provincia di Siena: La Fratta, una località nei pressi del piccolo comune di Sinalunga. Un antico borgo che appare uscito proprio dal mondo delle favole.

Matteo Garrone
Matteo Garrone

Per scovare gli altri luoghi in cui sono state girate alcune delle scene più importanti e significative di Pinocchio bisogna percorrere diversi chilometri e arrivare fino in Puglia.

Pinocchio, le location del film: in Puglia c’è il teatro di Mangiafuoco

Se il villaggio di Geppetto è a La Fretta, il Paese dei Balocchi è infatti tra Ostuni e Fasano: una vecchia masseria del posto è servita infatti a Matteo Garrone per ricreare il celebre luogo nel quale i bambini si trasformano in asini. A Polignano a Mare è invece stata girata un’altra celebre scena: quella del pescecane.

Nel Pinocchio di Matteo Garrone il Teatro cittadino nojano di Noicattaro si è invece trasformato nel teatro di Mangiafuoco. Una masseria di Altamura è invece diventata la casa della Fata Turchina. Altre scene sono invece state girate a Gravina e al Parco nazionale dell’Alta Murgia.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 09-01-2020


15 cose che non sai su Titanic: la storia d’amore più famosa del cinema

Il Primo Natale: viaggio nei luoghi ‘sacri’ di Ficarra e Picone