Figlie adolescenti: le responsabilità di un padre

5 errori da evitare in palestra

Avere delle figlie adolescenti è una delle gioie più grandi che un padre possa immaginare, ma anche un impegno carico di responsabilità: ecco le 6 regole che un padre non dovrebbe mai dimenticare.

L’adolescenza rappresenta da sempre iul periodo più critico nella vita di una ragazza. Una figura fondamentale in quqesto momento dell avita è rappresentata dal papà: a volte odiato, resta la figura fondamentale nella crescita di una ragazza, quella che condizionerà la vita fitura, in primis nell asclet adel partner.

Ci sono 6 regole che un padre con una o più figlie adolescenti non dovrebbe mai dimenticare. Vediamole insieme:

1.Vuole essere amata: più di ammetta, una figlia adolescente vuoel essere amata dal proprio padre. Una figlia deluderà, farà dei grandi errori, e forse, per qualche ragione, finirà perfino col voltare, ma bisogna sempre ricordarle quanto la si ama.

2. Ascoltare la sua musica: Taylor Swift, One Direction, Cody Simpson, Kidz Bop Radio, Katy Perry: un padre dovrebbe provare ad ascoltare la sua stessa musica per farsi sentire più vicino

3. Lei osserva come tratti sua madre: Amare e rispettare sua madre, prendersi tempo per uscire con lei, portarla in viaggio, e mostrare ai figli che è prioritaria rispetto a loro.

4. Non scomparire man mano che cresce: molti padri tendono a rimpiangere il fatto di non essere stati maggiormente coinvolti sentimentalmente con le loro figlie adolescenti. Non scomparire quando i loro sentimenti e i loro corpi iniziano a cambiare.

5. Farsi vedere nei suoi momenti importanti: nonostante tutti i padri del mondo amino follemente il calciio, battere le mani per il saggio della figlia tanto quanto lo si farebbe sul divano guardando lo sport.

6. Uscire con lei: Anche solo ogni qualche mese è meglio che mai. Che non vuol dire spendere tanti soldi. Un giro dell’isolato. Una breve pedalata. Una capatina dal gelataio. Niente di necessariamente lussuoso ma carico di senso.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 17-10-2014

Emanuela Bertolone

Per favore attiva Java Script[ ? ]