#fatisnotafeeling: la petizione contro Facebook per eliminare la nuova emoji

Negli ultimi giorni sta facendo discutere la scelta di Facebook di inserire la nuova emoji “mi sento grasso”. E’ già scattata la petizione #fatisnotafeeling per eliminarla.

Nuova epic fail per Facebook: la scelta di inserire la nuova emoticon “Mi sento grasso” sta facendo discutere e sul portale Change.org è partita una petizione mondiale che ne chiede la rimozione.

Ultimamente Facebook permette di creare un aggiornamento di stato aggiungendo, oltre al testo, anche un emoticon per facilitare la comprensione del proprio stato d’animo agli amici. Una delle ultime emoji aggiunte permette di abbinare una faccina paffuta allo status “Mi sento grasso” :

Facebook
Facebook

Fonte foto Facebook

La petizione per eliminare l’emoji da Facebook è stata promossa dal gruppo Endangered Bodies, che motiva:

“Quando gli utenti nel loro status inseriscono l’emoji “Mi sento grasso/a”, fanno capire alla gente che si considerano sovrappeso, il che però potrebbe includere anche molte persone che soffrono di disordini alimentari. Questo non va bene. Essere grassi non è un sentimento. Essere grassi è una normale condizione corporea, non deve importare il loro peso. E tutti i corpi meritano di essere rispettati e curati”.

Leggi anche: La nuova dieta macrobiotica di Madonna

In pochi giorni la petizione ha raggiunto 15mila firme e l’hashtag #fatisnotafeeling è trend su Twitter:

Facebook, come si evince dalle parole di un portavoce al portale Mashable non sembra per il momento intenzionato a rimuovere l’emoticon:

 “Le persone usano Facebook per condividere i loro sentimenti con gli amici per supportarsi a vicenda. Un opzione che abbiamo dato alla gente per esprimere se stessi è quella di aggiungere emoji e sentimenti ai loro post. Potete scegliere fra più di cento emoji basate su quanto hanno richiesto gli utenti o anche ideate da voi”.

ultimo aggiornamento: 10-03-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X