Cosa significa endometrio proliferativo? E quando si parla, invece, di endometrio secretivo? Scopriamo il significato di questi termini.

I termini endometrio proliferativo e secretivo si riferiscono alle diverse fasi che attraversa l’endometrio ad ogni ciclo. L’endometrio, come già saprete, è il tessuto che costituisce le pareti dell’utero ed è anche uno strato di tessuto molto variabile i cui cambiamenti dipendono strettamente dalle variazioni degli ormoni. In particolare tutte le modifiche che l’endometrio subisce tra una mestruazione e l’altra sono influenzate principalmente da due ormoni: gli estrogeni e il progesterone. Vediamo cosa succede.

Endometrio proliferativo: cosa significa?

Si parla di endometrio di tipo proliferativo proprio quando la donna sta attraversando la fase proliferativa del ciclo mestruale. Questa fase si riferisce all’età fertile e si ha all’incirca dal quinto al quattordicesimo giorno del ciclo (in alcuni casi può essere anche conteggiata dal sesto al quattordicesimo). Durante la fase proliferativa anche l’endometrio va incontro a cambiamenti e diventa via via più spesso.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Fasi del ciclo mestruale
Fasi del ciclo mestruale

Come si può intuire dal nome stesso con cui questa fase è indicata, il tessuto cresce, arricchendosi quindi di nuove cellule e anche nuovi vasi sanguigni. È probabile che alcune indagini mediche o gli esami di controllo vengono svolti proprio nella fase proliferativa, specie all’inizio della fase stessa, quindi intorno al quarto o sesto giorno del ciclo. In questo caso, quindi, rilevare un endometrio proliferativo significa semplicemente che si sta attraversando la fase del ciclo che precede l’ovulazione.

Endometrio secretivo: cosa vuol dire?

Al termine della fase proliferativa si ha quella secretiva che va dal quattordicesimo giorno fino alla fine del ciclo, per convenzione quindi fino al ventottesimo giorno. Nella fase secretiva l’endometrio ha raggiunto il suo massimo spessore e l’utero si appresta ad accogliere la cellula uovo, nel caso in cui ci sia la fecondazione e avvenga quindi l’impianto.

Le possibilità di concepire variano, raggiungendo il picco proprio nelle 24 ore dell’ovulazione, siamo all’incirca a metà del ciclo, quindi per convenzione il 14esimo giorno del ciclo. In assenza di fecondazione, invece, il ciclo ricomincia nuovamente con la fase mestruale e l’endometrio si sfalda, riducendosi di spessore per poi riandare incontro alla proliferazione al termine del flusso mestruale.


Scopriamo lo yoga per bambini e tutti i suoi benefici

Cosa regalare per il battesimo? Ecco qualche idea