Sapere quando arriva l’ovulazione ci aiuta a stabilire i giorni fertili, ma quanto dura l’ovulazione e come possiamo fare per riconoscerla?

Per individuare il periodo fertile e avere maggiori probabilità di avere un bambino bisogna sapere quando dura l’ovulazione. Nel ciclo mestruale la fase ovulatoria è solo uno degli stadi che si avvicendano durante i 28 giorni, ma sicuramente è quella che potremo definire la più importante. È proprio in questa breve fase, infatti, che si ha il picco della fertilità, per questo motivo essere a conoscenza della durata dell’ovulazione e riconoscere il periodo in cui avviene è indispensabile. Vediamo subito come fare.

Ovulazione: la durata

L’ovulazione è preceduta da un periodo preparatorio, chiamato fase preovulatoria in cui diversi follicoli iniziano a maturare. Solo uno di questi però sarà il protagonista dell’ovulazione, che avviene in media intorno al 14esimo giorno del ciclo. Se, invece, il ciclo ha una durata diversa dai 28 giorni, ci si deve basare sulla data in cui si prevede che arrivino le mestruazioni. Da questa data, si devono sottrarre 14 giorni e quello che otterremo sarà il giorno in cui è più probabile che si verifichi l’ovulazione.

Calendario Giorni Fertili
Calendario Giorni Fertili

Ma quanti giorni dura l’ovulazione? L’intero processo dura all’incirca una giorno, ma le possibilità di concepire sono estese a una finestra temporale un po’ più lunga. Si parla, infatti, dei famosi giorni fertili, proprio per indicare le date in cui le probabilità di avere un bimbo sono più elevate. Questi giorni includono il giorno dell’ovulazione e i giorni che la precedono, all’incirca due o tre giorni prima che si completi la fase ovulatoria.

Ovulazione in arrivo: come riconoscerla

L’arrivo della fase ovulatoria non è sempre preciso e dipende dalla regolarità del ciclo mestruale. In media si ha intorno al 14esimo giorno se si considera un ciclo di 28 giorni, ma non sempre è così. Per questo motivo, non è facile sapere con esattezza il giorno dell’ovulazione, si possono usare dei test per l’ovulazione, o si può fare riferimento ad alcuni segnali.

Quando si avvicina questo periodo il muco della cervice assume un aspetto diverso diventando man mano più limpido. Nei giorni che precedono l’ovulazione il muco tende anche a diventare più abbondante. Dopo che l’ovulazione è avvenuta, invece, l’aspetto cambia nuovamente e il suo colore diventa via via più bianco man man che ci si avvicina alla comparsa delle mestruazioni.


Quando si forma la placenta e qual è il suo ruolo nella gravidanza

A cosa serve la fase luteale e qual è la sua durata