Emanuele Filiberto fotografato mentre abbraccia una donna che non è Clotilde

Le foto sono apparse sul Settimanale Chi, e in questi giorni d’estate si sa che le riviste di gossip vanno forte sotto l’ombrellone: Emanuele Filiberto di Savoia abbracciato ad una donna che non è sua moglie.

chiudi

Caricamento Player...

Svettano in piena pagina le foto del principe Emanuele Filiberto di Savoia che abbraccia calorosamente l’ereditiera Emilie-Sophie Pastor. Lui, bombardato dalle domande dei giornalisti, appare tranquillo e rivendica una vera e sincera amicizia con la donna che non è sua moglie, anzi sottolinea di considerarla come una sorella.

Certo la foto che ritrae Emanuele Filiberto non sembra troppo casta, è evidente una profonda complicità e lui stesso si lascia sfuggire che in amicizia ci è scappata qualche palpatina al fondoschiena, ma non bisogna vederci malizia, almeno a detta del bel principe.

Emanuele Filiberto
Emanuele Filiberto

Che poi quello che interessa è cosa ne pensa Clotilde di questa amicizia cosi profonda..

La famiglia di Emilie-Sophie, per altro, è finita recentemente al centro delle cronache francesi oltre che monegasche per l’omicidio della matriarca del clan, Hèlène (zia di Sophie) commissionato dal compagno della figlia.

Tornando alle immagini pubblicate da “Chi”, le foto in questione testimoniano una serie di incontri tra Emanuele Filiberto e Emilie-Sophie avvenuti a Montecarlo dove non sarebbe stata presente la moglie del principe, l’attrice Clotilde Courau.

Il magazine dà la parola allo stesso Emanuele Filiberto che spiega però:

“Che cosa c’è tra me ed Emilie? Niente, è la mia migliore amica, anzi siamo come fratello e sorella, ci conosciamo da sempre e ci frequentiamo sin da quando eravamo bambini. E’ la mia migliore amica, anzi siamo come fratello e sorella”.

Nelle foto, non sembra esattamente affetto fraterno, ma mai dirlo:

“È vero, tra me ed Emilie c’è molta complicità, ammette Emanuele Filiberto, “ma per dirla chiaramente non sono mai andato oltre a una palpatina al sedere. E solo per gioco”.

Emanuela Bertolone.