Barbara De Rossi in una intervista a “Stop” ha raccontato di quando è stata assieme a volontari in Congo, uno dei paesi martoriati dal terribile virus.

Barbara De Rossi attualmente conduttrice del programma “Amore criminale” che va in onda su Rai 3, in passato oltre che attrice è stata anche protagonista di “Mission”, dove ha realizzato un documentario assieme a dei volontari che hanno dato un grosso aiuto alla popolazione del Congo, uno dei paesi maggiormente colpiti dall’epidemia di ebola, il terribile virus che sta mietendo numerose vittime nel continente africano e che ha avuto i suoi primi casi anche in Nord America ed Europa.

In una intervista a “Stop” però, proprio in base alla sua esperienza, Barbara De Rossi ha invitato tutti ed evitare inutili allarmismi, affermando che la cosa più importante è l’informazione:

“Un gruppo di Medici Senza Frontiere ci ha spiegato che l’ebola non poteva essere contratta così facilmente. Il virus ha un’incubazione velocissima e il contagio deve avvenire toccando la persona infetta, che nel momento in cui è tale non può muoversi perché la febbre alta la costringe a letto. In questo modo, si riesce a localizzare il virus e a impedire che si propaghi rapidamente. Credo sia importante far conoscere il corso della diffusione della malattia prima di diffondere messaggi terrorizzanti per la popolazione. L’idea che si possa diffondere l’Ebola è una cosa che certamente spaventa. Credo che sia bene stare molto attenti a queste malattie che provengono da paesi lontani ma senza creare allarmismi”.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 18-10-2014


DG News – Michelle Obama, Beauty invernale e abiti da sposa Vera Wang – Puntata del 17 ottobre 2014

Brigitte Nielsen assorta e preoccupata a Los Angeles