Volete provare il microdermal piercing? Attenzione al rigetto.

Avete sentito parlare di piercing “microdermal”, ma non sapete di che si tratta? Innanzitutto specifichiamo che, quando si parla di microdermal, si intendono quei particolari piercing che si effettuano infilando sotto pelle placche di titanio o acciaio inossidabile, quali supporti fissi in cui avvitare ciondoli e perline di varia tipologia a seconda del gusto personale. Questi piercing possono essere applicati in diverse parti del corpo, ma tra le più diffuse troviamo sicuramente polsi, collo, nuca, braccia, sterno, viso e zona delle tempie.

Nonostante l’applicazione sia del tutto simile a quella di un qualsiasi piercing tradizionale, in questo caso il rischio di un rigetto da parte del vostro corpo è leggermente più alto: infatti solitamente si manifesta entro un mese dall’applicazione della sbarretta metallica sottocutanea. In questi casi è necessario rivolgersi al vostro piercer di fiducia, che provvederà alla rimozione praticando una semplice e piccola incisione tramite un comunissimo bisturi.

Ovviamente non provate mai a toglierlo da soli, rischiereste un’infezione e di provare dolore inutilmente.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 15-02-2016


Come pulire foglie piante da interno

Come fare sapone al cioccolato