Si possono avere rapporti sessuali dopo varicocelectomia? Quando si può riprendere l’attività sessuale?

La varicocelectomia è un intervento mirato a rimuovere alcune vene dilatate sullo scroto, una sorta di varice nelle parti intime maschili che tuttavia non interferisce nella capacità di procreazione dell’uomo che ne è affetto: l’intervento può essere eseguito tramite incisione inguinale o mediante inserimento nella stessa zona di un catetere.

Di solito la presenza di un varicocele viene avvertita da dolore sordo a livello del testicolo, che a vista appare di dimensioni ridotte rispetto all’ altro, e una sensazione di fastidio o pesantezza scrotale: il varicocele viene diagnosticato tramite palpazione, perché non mostra segni evidenti alla vista, e i sintomi si possono presentare dopo un rapporto sessuale, in cui l’aumento della pressione sanguigna influisce sulle vene compromesse, o dopo uno sforzo fisico considerevole, anche a livello sportivo.

Dopo quanto tempo si possono avere rapporti sessuali dopo una varicocelectomia?

I medici consigliano solitamente a chi ha eseguito l’intervento tramite incisione di astenersi finché i punti di sutura non verranno rimossi: quindi un lasso di tempo di 7 – 10 giorni, da rispettare per precauzione anche se la varicocelectomia è avvenuta tramite catetere: non ci sono particolari posizioni sessuali da rispettare nel decorso post-operatorio, bisogna solo fare attenzione se permane un pochino di dolore a livello inguinale e magari attendere qualche giorno in più.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 27-07-2015


Trucco del matrimonio di Beatrice Borromeo

Quanto guadagna un interior designer