Rapporti sessuali con candida: si possono avere? In caso contrario, quanto tempo bisogna attendere prima di riprendere il normale ménage di coppia?

La candida è un’infezione fungina delle mucose che se trascurata può diventare causa di malattia vera e propria. Può causare dolore, prurito fortissimo e bruciori sia alla minzione che durante i rapporti, perdite biancastre maleodoranti simili a ricotta.

La candida attecchisce su soggetti con un sistema immunitario indebolito da trattamenti antibiotici, chemioterapici o cortisonici, e prolifera in ambienti particolarmente umidi: prevenzione ideale sarebbe, oltre a una corretta e frequente igiene personale, anche il mantenere le parti intime sempre completamente asciutte.

Una volta diagnosticata, la candida viene curata tramite l’applicazione di una crema vaginale, e con la prescrizione di pastiglie da assumere per via orale o candelette da inserire all’interno della vagina che in pochi giorni faranno scomparire sia l’infezione che i disturbi ad essa relativi.

Si possono avere rapporti sessuali con candida? Assolutamente no, anzi anche il nostro partner dovrà seguire una terapia analoga alla nostra in caso di probabile contagio o di contagio effettivo. In caso contrario, si rischia non solo di andare incontro a un peggioramento preoccupante della situazione, ma anche di continuare a trasmettersi reciprocamente il virus.

Si potrà riprendere l’abituale attività sessuale solo quando entrambi saranno completamente guariti ed i disturbi scomparsi del tutto.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 31-07-2015


Dopo quanto tempo avere rapporti sessuali con piattole

Dopo quanto tempo rapporti sessuali con vaginite