Le donne dicono Ti Amo all’amante e non al marito

Ti amo si dice al proprio partner o all’amante? Romantici di tutto il mondo arrendetevi perchè i sentimenti non sono più di moda

chiudi

Caricamento Player...

Messaggi d’amore, mazzi di fiori, cenette improvvisate al ristorante,  lume di candela, passeggiate al chiaro di luna e rose rosse fanno pensare all’amore da batticuore, alla coppia idilliaca che si dicono Ti amo ogni giorno.

Un recente sondaggio pubblicato dall’istituto di ricerca londinese OnePoll ha dimostrato che il romanticismo non va più di moda. Ma forse vi stiamo per dire qualcosa di incredibile: se nella coppia ufficiale il romanticismo stenta a sopravvivere? Udite, udite: in quella ufficiosa è tutta un’altra storia!

Secondo il sito di incontri extraconiugali Gleeden per riavere un po’ di sano, sdolcinato, romanticismo perso nella routine coniugale basterebbe farsi un amante.

Infedeli romantici

Gleeden ha interrogato la sua community di oltre 3 milioni di infedeli per sapere chi, tra il partner ufficiale e quello ufficioso, è l’oggetto di maggiori attenzioni e gesti romantici. Per il gentil sesso è sicuramente quest’ultimo il più viziato: il 61% delle intervistate ha confessato infatti di avere più riguardi nei confronti dell’amante che del compagno o marito. Stessa tendenza si registra per gli uomini, dove il 67% si dichiara più attento e romantico con l’altra.

Per il 68% degli uomini e il 61% delle donne, ad esempio, è più frequente condividere una cena romantica con l’amante piuttosto che con la/il consorte, mentre per quanto riguarda il “sexting”, ovvero la pratica di inviare messaggini piccanti, la maggioranza assoluta di ambo i sessi (79% uomini e 74% donne) sembra riservarlo unicamente all’amante.

Se gli amanti sono senza ombra di dubbio i più coccolati, la frase d’amore per eccellenza rimane tuttavia un’esclusiva dei partner ufficiali. In particolare per gli uomini, che – almeno a parole – rimangono “fedeli” alle proprie compagne: l’86% dichiara infatti di dire “ti amo” solo alla propria moglie/fidanzata, così come il 71% è a quest’ultima che riserva i nomignoli affettuosi. Anche le donne per il 26% va in controtendenza e confessa di dire “ti amo” all’amante più spesso che al marito.

Pare che le relazioni extraconiugali incentivino il romanticismo anche tra le quattro mura: il 71% delle donne e il 59% degli uomini ha ammesso di essere molto più dolce e attento nei confronti del compagno di una vita, da quando ha iniziato a intrattenere un’avventura clandestina.

Avere un amante ha certamente migliorato la relazione con il partner ufficiale. E se l’adulterio fosse davvero la ricetta per la felicità coniugale?