Il dog fitness è la nuova moda del momento: uno sport all’aria aperta per il benessere fisico e la serenità del proprio cane.

La vita frenetica a cui siamo sottoposti rende spesso difficile riuscire a dedicare quotidianamente del tempo al proprio benessere fisico e al proprio animale domestico. Ci si alza presto la mattina, si corre al lavoro che ci occupa i due terzi della nostra giornata, usciamo dall’ufficio nel tardo pomeriggio ed il tempo che ci rimane per fare un po’ di sport e dedicare del tempo al nostro cane è quasi sempre insufficiente. Ci tocca scegliere: un’ora di palestra saltando la passeggiata al parco con il cane, oppure un divertente giro con il nostro amico a 4 zampe, rimandando al giorno dopo la cura della nostra forma fisica.

Negli ultimi tempi però sta prendendo piede una terza opzione, in grado di coniugare il tempo da dedicare al nostro Fido con il nostro allenamento quotidiano. Fare sport insieme al proprio cane è una moda che arriva dagli Stati Uniti ed è in forte espansione anche in Europa con il nome di Dog Fitness.

I benefici di questa attività non sono solo evidenti da un punto di vista fisico. Anche il rapporto con il nostro cane migliorerà esponenzialmente. Verrà a crearsi un legame più forte, basato su fiducia e gratitudine, all’interno del quale sarà possibile aprire un canale empatico, condizione ideale per creare la base di una buona educazione cinofila.

cane con guinzaglio
cane con guinzaglio

Allenamento di Dog Fitness

Il training in totale dura circa un’ora in tutto. Si divide in due parti: una mezz’ora di corsa ad intensità media e altri trenta minuti di esercizio a corpo libero, nello stesso luogo in cui si ha corso.

30 minuti di corsa

Abbigliamento classico del runner e guinzaglio specifico per la corsa (si tratta di un guinzaglio che si lega intorno alla vita) sono gli strumenti necessari. Cerchiamo un percorso nel verde, con pochissima affluenza di macchine, meglio se totalmente pedonale.

La location ideale è un parco con sentiero spianato e facilmente percorribile per evitare storte. Si lega il guinzaglio alla vita e si cerca un ritmo di corsa che possa essere adeguato all’andatura di entrambi. Al termine della corsa camminiamo per 5 minuti effettuando esercizi di distensione e rilassamento muscolare a piacere.

20 minuti di esercizio a corpo libero

La seconda parte di allenamento prevede uno sforzo in più per il cane. Dovremo infatti fargli capire che per una buona intesa sarà necessario che impari ad attenderci, fermo, senza spostarsi oltre il nostro campo di percezione visiva. A questo punto alterneremo esercizi individuali ad esercizi coordinati con il nostro animale.

Dopo il rilassamento muscolare della corsa chiediamo al nostro cane, con un semplice comando di mettersi seduto e di attenderci per poco più di un minuto. Ci sdraiamo sul prato ed effettuiamo una serie da 20 addominali (scelta vostra se alternarli a destra e sinistra o se effettuarli centralmente).

A serie conclusa coinvolgiamo il cane ed alleniamo le braccia con il lancio della pallina da tennis, partendo dal presupposto che il cane abbia in precedenza imparato a riportarla indietro. Alterniamo i due esercizi per 4 volte.

Lo stesso procedimento lo faremo con gli squat. Alterneremo 1 serie da 20 a 2 minuti di lancio della pallina, momento nel quale il cane sfogherà la tensione accumulata nell’attesa precedente che gli abbiamo comandato.

Dopo la corsa avremo dunque effettuato un allenamento completo di gambe, glutei, addome e braccia. Infine concludiamo con 5 minuti di stretching, durante il quale il cane dovrà pazientare prima di procedere con l’ultima passeggiata per rientrare a casa e dedicarsi al suo secondo sport preferito: la meritata e succulenta pappa.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 14-07-2019


Socializzare con gli altri: stop alla moda dell’individualismo!

Proteine per sport leggero? Ecco svelata l’assunzione corretta per praticanti non agonistici