Dieta giapponese del digiuno: 9 segreti per vivere più a lungo

Il segreto della longevità dei Giapponesi è la dieta del digiuno. Vediamo come funziona e quali sono le 9 regole da seguire.

chiudi

Caricamento Player...

Che i Giapponesi siano uno dei popoli più longevi del mondo è un fatto ben noto. Quello che non tutti sanno è che il segreto della loro longevità sta nella dieta e in particolare nel digiuno. Fare un pasto al giorno, non fare colazione né spuntini: è questo che li aiuta a vivere di più.

A sostenerlo è il Dottor Yoshinori Nagumo, presidente dell’International Anti Aging medical Society e della Nagumo Clinic, specializzato in terapie anticancro. Il Dottor Nagumo ha spiegato il metodo giapponese per vivere in salute nel suo libro “Il magico potere del digiuno” edito da Vallardi. Vediamo quali sono le regole da seguire.

Dieta giapponese del digiuno: come funziona

  • La prima regola per mettere in pratica il digiuno giapponese è iniziare a mangiare sempre meno. Un buon metodo per fare porzioni più piccole è usare dei piatti per bambini.

dieta giapponese del digiuno

  • Fondamentale è saltare la colazione: bisogna consumare solo liquidi, preferibilmente succhi di frutta. Niente caffè o altre bevande zuccherate.
  • Anche il pranzo va saltato. Se non ci riuscite, bisogna comunque mangiare poco. L’ideale è un frutto di stagione, preferibilmente con la buccia.
  • L’ideale è consumare come unico pasto la cena. Se durante il giorno si avverte lo stimolo della fame, non c’è da preoccuparsi, significa che c’è un aumento della secrezione dell’ormone della crescita.
  • A digiuno non bisogna bere né caffè né tè. Gli effetti collaterali sono vomito, vertigini e diarrea.
  • Per evitare l’insorgere della sindrome metabolica è importante seguire quattro regole: non mangiare troppo, non abusare di grassi, non abusare di zuccheri, non abusare del sale.
  • In particolare, nella dieta giapponese vanno evitati gli zuccheri, che creano più danni del fumo di sigaretta innalzando il tasso glicemico.
  • Per rafforzare le ossa, bisogna camminare tantissimo, circa il doppio di quanto camminate in media.
  • Infine, il sonno è importantissimo e il momento migliore per andare a dormire è subito dopo cena.