Anche se la cassa Covid è terminata, il decreto Ristori prevede nuovi aiuti per il turismo, il mondo dello spettacolo e lo sport.

Lo scorso dicembre è terminata la cassa Covid, ma il nuovo decreto Ristori si prepara a scendere in soccorso di alcuni dei settori più colpiti dalla pandemia. Stiamo parlando del mondo del turismo, dello spettacolo e dello sport. Vediamo nel dettaglio, le nuove misure che il Governo Draghi sta studiando per risollevare le sorti di queste categorie.

Decreto Ristori: nuovi aiuti per turismo, spettacolo e sport

La pandemia da Covid-19 ha messo in ginocchio il mondo intero, ma ci sono alcune categorie che hanno sofferto più delle altre. Il mondo del turismo, dello spettacolo e dello sport, fino allo scorso 31 dicembre 2020, hanno potuto fare ricorso alla cassa Covid. Questa, però, è stata sospesa anche per via dei costi e il Governo Draghi sta pensando a nuove misure per sostenere le categorie in questione. Per quel che riguarda il settore del turismo, si sta pensando di agire utilizzando gli ammortizzatori sociali previsti dalla riforma Andrea Orlando. Il Fondo di integrazione salariale (Fis) è stato esteso anche alle micro imprese del terziario, ovvero quelle aziende che hanno almeno un dipendente, ma si sta ipotizzando di non far pagare il contributo di funzionamento fino al prossimo 31 marzo, data che segna la fine del periodo di emergenza.

C’è una discussione in corso, e che avviene alla luce di una riforma degli ammortizzatori sociali appena entrata in vigore. Non si tratta quindi di replicare tale e quale l’intervento con cui si cercava di riempire i vuoti che precedentemente aveva il sistema, ma si tratta in questo caso, semmai, di curvare gli strumenti previsti dalla legge di bilancio alla contingenza che permane“, ha dichiarato il ministro del Lavoro Andrea Orlando.

Oltre al settore del turismo, il decreto Ristori 2022 si concentrerà anche sul mondo dello spettacolo. Le discoteche e le sale da ballo, al momento chiuse fino al 31 gennaio, dovrebbero ricevere un aiuto economico e uno stop ai contributi. Idem per quel che riguarda i teatri e i cinema, toccati più dalla paura generale di un contagio che dai limiti di capienza.

Discoteca

Decreto Ristori 2022: tra aiuti concreti e tanti dubbi

E’ bene sottolineare che il decreto Ristori 2022 non è stato ancora varato, per cui non c’è ancora nulla di ufficiale. Nonostante tutto, sono diverse le voci che circolano fuori da Palazzo Chigi. Tra queste, ad esempio, una parla dei fondi ministeriali in sostegno di agenzie di viaggio e tour operator, moda e tessile. Per quel che riguarda lo sport, invece, la situazione appare più delicata. Da un lato c’è la riduzione delle capienze consentite di stadi, palazzetti e piscine e dall’altro l’aumento dei costi energetici degli impianti. “Stiamo lavorando per sostenere chi in questo periodo ha avuto costi elevati“, ha dichiarato la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-01-2022


Cosa sappiamo su Omicron 2, la nuova variante del virus

Frasi buona serata: da pensieri dolci a citazioni ironiche