Costume National autunno inverno 2016 alla Milano Fashion Week

La collezione Costume National autunno inverno 2016 ha sorpreso con uno stile dalla doppia anima sulle passerelle della Fashion Week

chiudi

Caricamento Player...

Durante la Milano Fashion Week è andata in scena la nuova collezione Costume National autunno inverno 2016: durante questo evento pare di aver assistito alla sfilata di una donna con una doppia anima, in grado di indossare capi dalle linee rigorosamente schematiche ma anche estremamente femminili. Sulla passerella di Ennio Capasa non sono mancati i completi “rigidi” mescolati e nascosti da una nota romantica: la silhouette è extra large eppure ogni outfit appare davvero armonioso e sensuale. Non ci sono scollature, spacchi e schiene nude, eppure le modelle che hanno cavalcato la passerella del famoso stilista, sono state capaci di affascinare anche indossando un maxi cappotto d’ispirazione militare. Un mood romantico ha attraversava questa nuova collezione, giocato sul sapiente mix di reminiscenze anni Novanta, gusto military e accenti rock: per una donna che sa come vuole apparire in ogni occasione. Ad avvalorare l’importanza delle cose che durano nel tempo, anche oltre la loro funzione, il designer ha voluto all’ingresso della sfilata l’installazione dal titolo Reuse Mosaic dell’artista siciliano Cateno Salanitro.

Costume National autunno inverno 2016

A cavalcare le passerelle della nuova collezione invernale di Ennio Capasa ci hanno pensato i lunghi cappotti dai tagli geometrici, con completi in velluto lucente e stivali in pelle con zeppe sottili.

I pantaloni optano per linee maschili e le gonne, svasate sotto il ginocchio, sono costituite dai tagli al vivo.

Bellissime le camicie fluide dalle vestibilità tipicamente da uomo ma con dettagli plissé sul collo: immancabili le tute da aviatore che non stringono la donna che le indossa.

La palette cromatica di Costume National autunno inverno 2016 utilizzate alle Milano Fashion Week, è basata sui toni intensi del blu notte, del verde, del bordeaux e del nero.

Le silhouette sono fluide ed essenziali, illuminate dai bagliori luminescenti del lamé e dei ricami di jais.

A rendere la sfilata ancora più sorprendenti ci hanno pensato le giacche e i coat militari: scomposti in tagli laterali e abbottonature in sequenza.

Molto appariscenti sono state le faux furs percorse da ricami di piccoli cristalli in un gioco di tessiture floreali: questo è l’unico motivo grafico presente nella collezione, insieme alle stampe fotografiche composte dai fiori.

Capasa è stato in grado di creare una collezione contemporanea e sicuramente di successo, guardando anche al futuro e disegnando uno stile solido ed efficace, duraturo e affascinante: lo stilista non segue sicuramente la tendenza “usa e getta“.

Il designer secondo quanto riporta Fashionmagazine ha dichiarato:

La donna che immagino è capace di indossare un cappotto militare con un vestito con le ruches, guardando al futuro con un’attitudine poetica e che dà valore a ciò che compra”.

CostumeNational3

Sfoglia la fotogallery di Costume National autunno inverno 2016

Fonte copertina: Instagram