Quali sono i sintomi di una costola incrinata e i tempi di guarigione? Vediamo cosa c’è da sapere e cosa bisogna fare.

Si parla di costola incrinata quando si ha una contusione ad una costola, ma non si sono verificate fratture. Le contusioni alle costole in genere dipendono perlopiù da cause traumatiche che possono verificarsi durante cadute, incidenti o anche praticando alcuni sport. In rari casi si può andare in contro anche a contusione costale per via di una forte tosse. Vediamo quali sono i sintomi che ci aiutano a riconoscere questo genere di traumi e quali sono i rimedi.

Costola incrinata: cosa fare e come riconoscerla

Quando si ha una costola incrinata il sintomo caratteristico è il dolore che si manifesta in rapporto ad alcuni movimenti. In particolare si accusa maggiore dolore facendo respiri profondi, dormendo dal lato in cui si è verificato il trauma o muovendo e piegando il torace. Se si verifica anche difficoltà a respirare con fiato corto, o in presenza di dolore via via crescente è sempre bene rivolgersi immediatamente al medico, così come nel caso in cui si verifichino gonfiore o ematomi nell’area interessata.

Uomo con dolore alle costole
Uomo con dolore alle costole

La diagnosi viene effettuata in prima battuta con un esame obiettivo, in seguito in genere possono essere suggeriti esami più approfonditi come raggi X o TAC che servono anche ad escludere la presenza di possibili fratture.

Costola incrinata: tempi di guarigione e rimedi

Nel caso di costola incrinata i rimedi consistono soprattutto nel ridurre il dolore, per cui il medico potrà consigliare l’utilizzo di antidolorifici. Oltre ai farmaci, è importante astenersi dall’attività fisica ed evitare di fare sforzi per non allungare i tempi di guarigione, che in genere sono di circa 3-4 settimane. Per riuscire a ridurre il dolore può essere utile anche applicare del ghiaccio sulla zona interessata.

Questo rimedio aiuta sia per calmare il dolore che per ridurre il gonfiore ed è utile soprattutto per i primi giorni. Un altro aspetto fondamentale riguarda la respirazione, per mantenere i polmoni e le vie aeree liberi dal muco è bene fare alcuni respiri profondi ogni ora. Sono inoltre sconsigliati i bendaggi e si raccomanda di non fumare fino a completa guarigione.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 13-12-2021


Orecchie a sventola, i rimedi possibili in base all’età

Profumo di Natale: le fragranze più belle, dalle classiche alle new da regalare