Cosa mettere nello zaino? Vediamo gli oggetti necessari per una gita fuori porta e quelli per una sessione di trekking di più giorni.

Lo zaino è il compagno di viaggio migliore per quanti amano la montagna e il trekking. E’ indispensabile, però, anche per coloro che vogliono fare una semplice gita fuori porta. Vediamo insieme quali sono gli oggetti da portare con sé per una escursione di un giorno e quelli necessari per uno o più pernottamenti sotto le stelle.

Cosa mettere nello zaino: gli oggetti necessari

Che si decida di uscire a fare una bella passeggiata di qualche ora in montagna oppure si opti per il pernottamento, lo zaino è indispensabile. Ovviamente, in base all’escursione che scegliete il contenuto dello zaino cambia. Se intendete fare una semplice passeggiata di qualche ora o di una giornata, la prima cosa da portare con sé è una bottiglia da 1,5 lt di acqua. Poi, aggiungete un sacchetto di plastica per gettare i rifiuti: la natura va sempre rispettata, sempre. Altro must have della montagna sono gli snack: via libera a barrette energetiche, cioccolato fondente o frutta secca.

Nel vostro zaino da trekking, poi, non può mancare una cassetta di primo soccorso. Al suo interno dovrete mettere qualche cerotto, un disinfettante, un repellente per insetti, un’aspirina e la tintura di iodio. Ricordatevi, inoltre, di scaricare sul cellulare un’applicazione con le mappe (in alternativa optate per quelle cartacee), in modo da non perdervi, e di portare con voi un power bank per evitare di rimanere senza carica. Infine, inserite un k-way, una maglietta di ricambio e, se è estate, la protezione solare.

zaino da montagna

Trekking e zaino: cosa mettere se si intende passare la notte all’aperto

La vostra intenzione è trascorrere almeno una notte sotto un cielo stellato? Nessun problema, ma il vostro zaino deve essere riempito al meglio e, soprattutto, con criterio. Il primo spazio del vostro bagaglio deve essere destinato all’attrezzatura per dormire, ovvero: tenda, sacco a pelo, materassino, giacca antivento, torcia elettrica e batteria di ricambio. La tenda è una delle attrezzature più importanti, ma, prima dell’acquisto, valutate bene il peso, la facilità di montaggio/smontaggio e l’impermeabilità. Per quanto riguarda il sacco a pelo, ricordatevi che deve essere leggero, ma garantire un buon comfort termico. Per quanto riguarda la torcia, se possibile, sceglietene una frontale perché consente di avere le mani libere.

Inoltre, inserite: GPS o bussola, mappa (online o cartacea), caricabatterie portatile, fiammiferi (antivento e impermeabilizzati con della cera), riserva d’acqua, k-way, kit di pronto soccorso, cordino (diametro di 10 millimetri e lunghezza di 5/6 metri), coltello a serramanico, indumenti di ricambio, cibo e kit per la cucina. Per quanto riguarda quest’ultimo accessorio, ricordatevi che deve essere essenziale, tipo: fornellino a gas, set di utensili da cucina, bicchieri richiudibili in acciaio inox e set di posate da campeggio.

Ultima raccomandazione: risparmiare sul peso dello zaino è necessario durante un’uscita di trekking perché rende più liberi nei movimenti e diminuisce la tensione di spalle e schiena.


Vaccino anti-Covid: quali cibi preferire e quali evitare, sia prima che dopo

Fedez “sul cavallo” della Rai: a Roma compare un murale dedicato all’artista